La protesta

Trebisacce, lavoratori del consorzio di bonifica in piazza perché non pagati da mesi: proclamato sciopero

L'appello è rivolto al presidente della Regione Roberto Occhiuto e all'assessore all'Agricoltura Gianluca Gallo. Vantano ben 6 mensilità arretrate

17
di Matteo Lauria
22 settembre 2022
17:00
I lavoratori del consorzio
I lavoratori del consorzio

I lavoratori del Consorzio di Bonifica dei Bacini Jonici del Cosentino di Trebisacce di nuovo in piazza l’11 Ottobre. Vantano ben 6 mensilità arretrate e in un momento difficile in cui tutto è aumentato per più della crisi internazionale. Lo sciopero è stato preannunciato dai segretari generali della Flai Cgil Federica Pietramala, Antonio Pisani Fai Cisl e Marco Stillitano Filbi Uil. Si chiedono al presidente della Regione CalabriaOcchiuto e all'assessore all'Agricoltura Gallo «soluzioni adeguate ed immediate».

«I lavoratori dopo aver portato avanti a proprie spese ancora per un altro anno la campagna di irrigazione nonostante tutte le privazioni e difficoltà, con responsabilità hanno continuato a garantire i servizi di bonifica e sorveglianza, in un territorio nel quale si insedia uno dei più importanti poli produttivi agricoli della Calabria».  La situazione sta diventando drammatica per lavoratori e famiglie, spiegano le organizzazioni sindacali, che, tra mancata erogazione dei salari e arretrati, sono senza stipendio da 6 mesi.


 

 

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top