Vigili del fuoco di Rende, chiesta intitolazione della caserma al pompiere vittima di coronavirus

Petizione promossa sul web. Il sindacalista Bonaventura Ferri si era battuto per mantenere un avamposto attivo anche durante i lavori di ristrutturazione del presidio. In poche ore raggiunte quasi duemila sottoscrizioni

19
di Salvatore Bruno
23 aprile 2020
06:44

Si era impegnato per mantenere a Rende un presidio dei vigili del fuoco durante il periodo di chiusura della caserma per lavori di ristrutturazione, così da garantire interventi tempestivi anche nei vicini comuni della Valle del Crati.

La morte prematura

Una delle tante battaglie condotte da Bonaventura Ferri, prima di lasciarci prematuramente. Aggredito dal coronavirus, si è spento a 51 anni nel giorno di Pasquetta, suscitando profonda commozione nell’intero corpo cui orgogliosamente apparteneva da quasi 25 anni.

La petizione on line

I suoi tanti amici hanno formato un comitato, promotore di una petizione on line per intitolare alla sua memoria proprio la caserma di Rende, appena sarà completata e potrà essere inaugurata. Nel giro di poche ore sono state già raggiunte quasi duemila sottoscrizioni.

Le istituzioni raccolgano l’appello

Saranno poi necessari una serie di passaggi burocratici, cui dovranno adempiere oltre al comune, anche la Prefettura ed il Ministero dell’Interno. Nella convinzione che tutte le istituzioni convergeranno verso questa proposta spontanea, partita dal basso, nel ricordo di un uomo amato da tutti, ligio al dovere e innamorato della sua divisa.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio