Melito, vendeva mascherine con un rincaro del 1200 per cento: denunciato

I dispositivi di protezione individuale smerciati ad un prezzo dodici volte superiore rispetto al costo sostenuto dal negoziante. Sono stati sequestrati e venduti dall’Asp di Reggio

di Redazione
10 aprile 2020
20:40
142

I finanzieri della Compagnia di Melito Porto Salvo hanno sequestrato 263 mascherine chirurgiche vendute da un commerciante con l'applicazione di un ricarico del 1200% rispetto al costo d'acquisto. Ricarico che, per il medesimo dispositivo di protezione, prima dell'emergenza sanitaria in atto, oscillava "appena" tra il 40% - 100%.

 

 In particolare, nel corso di un controllo in un negozio di ferramenta e beni per la casa a Melito Porto Salvo, i finanzieri hanno acquisito le fatture d'acquisto della merce in questione e riscontrato che il gestore vendeva i dispositivi di protezione individuali a un prezzo dodici volte superiore rispetto al costo da lui sostenuto per l'acquisto effettuato pochi giorni prima. Il titolare dell'attività commerciale è stato denunciato per aver operato manovre speculative su merci a danno dei consumatori. Inoltre la Procura ha chiesto ed ottenuto dal gip il sequestro preventivo delle mascherine nonché l'autorizzazione alla vendita coattiva immediata delle stesse, ad un prezzo di mercato precedente alla crisi del Coronavirus, a favore dell'Asp di Reggio.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio