Ricercatori dell'Unical per il restauro di Fontana di Trevi

Un team di calabresi parteciperà al restauro del celebre monumento di Roma. Gli studiosi dell'Unical stanno già sperimentando nuovi prodotti che saranno applicati a protezione di Fontana di Trevi

di redazione
15 dicembre 2014
15:06

Cosenza - Il gruppo di ricerca del rettore dell'Università della Calabria Gino Mirocle Crisci è stato coinvolto sia per le indagini diagnostiche sul degrado che per la sperimentazione di nuovi prodotti protettivi da applicare alla Fontana di Trevi durante le fasi di restauro che la interessano in questi mesi. Saranno eseguite le prime applicazioni dei prodotti realizzati nei laboratori dell'Università, cui seguirà il costante monitoraggio delle prestazioni offerte degli stessi.


Il 12 dicembre, Mauro La Russa, ricercatore presso il Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienza della Terra, e Silvestro Ruffolo, assegnista di ricerca, hanno eseguito il primo sopralluogo per definire e concordare le indagini scientifiche da svolgere su diversi campioni. Tali indagini, che verranno completamente eseguite nei laboratori per i beni culturali dell’Università della Calabria.



Durante il restauro verro applicati alcuni prodotti nano strutturati messi a punto dal gruppo di ricerca del professor Crisci nell’ambito di un progetto finanziato dalla regione Calabria “NaNoProteCH” (NANO PROtection TECnology for Cultural Heritage) e in grado di risolvere diverse problematiche di conservazione che riguardano le superfici lapidee.
il rettore Crisci ha espresso grande soddisfazione per il ruolo assegnato e ha dichiarato: "Si tratta di un ulteriore riconoscimento della qualità della ricerca condotta in questi anni nel nostro ateneo nel campo della conservazione dei beni culturali".

COMMENTI
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top