Lo scrittore Donato Carrisi aprirà la seconda edizione del festival Fare Critica

Dal due al sei ottobre a Lamezia Terme la manifestazione che coniuga cinema, teatro, musica e letteratura. Tra gli ospiti anche il frontman dei Subsonica Samuel

di Redazione
16 settembre 2020
22:40

Sarà lo scrittore, regista e sceneggiatore Donato Carrisi ad aprire la seconda edizione del festival Fare Critica che si terrà a Lamezia Terme dal due al sei ottobre nel Chiostro San Domenico.

 


Un evento nato sotto l’egida della critica teatrale e cinematografica, ma che quest’anno si allargherà a quella letteraria e musicale con la direzione artistica del critico cinematografico GianLorenzo Franzì. Rinviato di oltre sei mesi a causa dell’emergenza Covid, il Fare Critica - spiega una nota-  si prepara finalmente ad alzare il sipario, con lo scopo di riflettere sul ruolo della critica ai giorni nostri, ristabilendone la necessità e l’urgenza.

 

Una mission che sarà ancora più partecipata e sentita nella seconda edizione considerato il momento storico in cui l’emergenza sanitaria ha colpito fortemente il settore dello spettacolo e della cultura. Il festival vedrà l’alternarsi di incontri e dibattiti tra critici e artisti, accompagnato anche da rappresentazioni di spettacoli teatrali, proiezioni di film, acustici live e presentazioni di libri.

 

Ad segnare l’avvio della manifestazione sarà lo scrittore, regista e sceneggiatore Donato Carrisi, autore di bestseller internazionali come: Il suggeritore (2009), Il tribunale delle anime (2011), La donna dei fiori di carta (2012), L’ipotesi del male (2013), Il cacciatore del buio (2014), La ragazza nella nebbia (2015) – da cui nel 2017 è stato tratto l’omonimo film con cui ha vinto il David di Donatello come Miglior regista esordiente – Il maestro delle ombre (2016), L’uomo del labirinto (2017), Il gioco del suggeritore (2018). A dialogare con lui sarà il critico cinematografico e direttore della rivista Film TV Giulio Sangiorgio.

 

Ad inaugurare la sezione musicale, invece, il cantautore e chitarrista Samuel, frontman dei Subsonica sollecitato dalle domande del musicista, studioso e critico musicale Renato Failla. Per una riflessione sull’arte a tutto tondo, poi, ci sarà il regista e intellettuale Silvano Agosti, che dialogherà con il critico teatrale e direttore della rivista Sipario Mario Mattia Giorgetti.

 


Ancora cinema con Andrej A. Tarkovskij Jr., figlio del grande maestro del cinema russo che, attraverso un continuo dialogo a più voci tra critica e analisi cinematografica, concederà numerosi spunti di riflessione su una pagina fondamentale della storia della Settima Arte. A mediare il dibattito sarà il direttore artistico e critico cinematografico Gianlorenzo Franzì.

 


Per il teatro, invece, saranno presenti il regista e attore Danilo Giuva che porterà in scena l’ambizioso Mamma, selezionato al Fringe Festival di Torino, e l’autore e attore teatrale Dario De Luca (Direttore Artistico di Primavera dei Teatri di Castrovillari). A dialogare con loro sarà il critico e studioso Vittorio Giacci.


Saranno poi due gli scrittori che animeranno la giornata dedicata alla letteratura: la nota scrittrice e sceneggiatrice Mariolina Venezia, autrice di numerosi bestseller – tra cui, citiamo: Rione Serra Venerdì - Imma Tataranni e le trappole del passato, 2018; Via del Riscatto - Imma Tataranni e le incognite del futuro, 2019 – che presenterà in anteprima nazionale la sua ultima fatica Da dove viene il vento. Il nostro viaggio nel cuore dela notte; e lo scrittore e reporter Giovanni Mastrangelo.Dialoga con loro il critico e saggista Filippo La Porta.

Le sezioni collaterali

Non mancheranno, poi, i consueti incontri con le scuole la mattina, che quest’anno sono declinati sotto forma di laboratori. Un’altra importante aggiunta di questa edizione sono le nuove sezioni collaterali: Fare Critica Story, dedicata ai più importanti cortometraggi della storia del cinema (da Luis Buñuel a David Lynch), e Fare Critica Kids, che passerà in rassegna i corti degli anni Ottanta della Pixar.

 

Tra le novità di quest’anno, ci sono inoltre il Premio Sipario, fortemente voluto da Mario Mattia Giorgetti, direttore della prestigiosa rivista omonima che, in collaborazione con il Festival e la Fondazione Teatro Italiano Carlo Terron, ha indetto il Concorso Critici dello Spettacolo 2019-2020. Il Concorso si divide in tre Categorie: Premio Carlo Terron al Critico di Teatro; Premio “Fare Critica Festival” al Critico di Cinema; Premio al Critico Eccellente per la Carriera professionale.

 


La Giuria, presieduta da Mario Mattia Giorgetti per il Teatro e da Gianlorenzo Franzì per il Cinema, assegnerà i Premi ai critici che avranno aderito al concorso inviando le proprie recensioni (tutte le informazioni sono reperibili all’indirizzo web: www.sipario.it). Ad essere premiati saranno anche i critici letterari con l’assegnazione del Premio Nautilus al miglior scrittore esordiente, ideato dalla giornalista Annamaria Persico (direttrice della rivista Reportage Online), che chiuderà la kermesse il 6 ottobre. La Giuria, composta da diverse personalità del mondo della cultura regionale e nazionale, assegnerà anche il Premio Speciale Nautilus Federico Arcuri per la comunicazione sociale e il Premio Speciale Nautilus per le Scuole Mattia Guerrieri. Per finire, la critica letteraria Ippolita Luzzo assegnerà ad uno degli autori selezionati il Premio Speciale Nautilus Web

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio