A quarant’anni dalla morte Crotone ricorda il suo Rino Gaetano

VIDEO | Alla villa comunale un concerto con le canzoni del cantautore crotonese e alla Lega Navale la presentazione del progetto per esporre l’ukulele appartenuto all’artista

184
di Francesca Caiazzo
3 giugno 2021
07:00

A quarant’anni esatti dalla sua prematura scomparsa, la città di Crotone ha ricordato Rino Gaetano. Lo ha fatto con un tributo musicale nella villa comunale organizzato dal Comune, la presentazione del progetto di esposizione del suo famoso ukulele e l’omaggio spontaneo dei cittadini che hanno deposto qualche fiore ai piedi della statua che lo ricorda, nella piazzetta che porta il suo nome.

L’ukulele restituito alla città

Era il 2003 quando la Provincia di Crotone si aggiudicò ad un’asta benefica l’ukulele di Rino Gaetano: «Ritenevamo che non dovesse andare perduto, ma riconsegnato alla città di Crotone, terra di Rino Gaetano» ricorda l’allora presidente dell’ente intermedio pitagorico, Carmine Talarico, a margine della conferenza stampa di presentazione del progetto espositivo. Lo strumento musicale fu affidato alla Fondazione Una casa per Rino, in attesa che potesse essere esposto al pubblico in un museo dedicato al cantautore crotonese, che però non è mai stato realizzato. Oggi, finalmente, il cerchio si chiude e l’ukulele - mostrato in conferenza stampa - potrà essere presto ammirato da tutti nel salone della Lega Navale di Crotone, sul lungomare cittadino, a due passi dalla casa natale di Rino Gaetano e dalla piazzetta dove la Fondazione fece collocare la statua che lo ricorda.


Un percorso dedicato a Rino Gaetano

«È un itinerario che abbiamo voluto dall’inizio, proprio perché lui era nato in questa zona che è appunto la zona ideale per ricordarlo» spiega Giusy Regalino, reggente della Fondazione dopo la scomparsa del presidente, Giancarlo Sitra, nel dicembre dello scorso anno. «Sarà certamente una vetrina importante per tutti quelli che arrivano nel nostro porto – commenta il presidente della Lega Navale di Crotone, Gianni Liotti – Noi siamo sempre pronti e disponibili a collaborare nei progetti che vanno bene per la città».

Il progetto espositivo

A Michele Affidato, l’incarico di realizzare la teca che custodirà l’ukulele. Il maestro orafo, contattato dal compianto Sitra qualche anno fa, ha scelto di prestare la sua opera a titolo gratuito «perché è un regalo che voglio fare alla mia città per mantenere sempre vivo il ricordo di Rino Gaetano». Lo strumento apparirà sospeso (grazie a dei fili trasparenti) in un cubo di vetro, sostenuto da una base il legno, illuminato da una luce blu «per richiamare il brano che ormai ci identifica con lui, Il cielo è sempre più blu». Ai lati della base verranno riprodotte le copertine dei suoi sei dischi «in cui è racchiusa tutta la sua vita artistica», mentre all’interno della teca, verrà posizionato un basso rilievo in argento, con una greca in foglia d’oro con la biografia di Rino Gaetano.

Il tributo musicale

Mentre alla Lega Navale veniva presentato il progetto per l’esposizione dell’ukulele, nella villa comunale risuonavano le canzoni di Rino Gaetano. Diversi musicisti crotonesi hanno voluto omaggiare così il cantautore crotonese, esibendosi in un evento gratuito organizzato dal Comune di Crotone. A causa delle disposizioni anti-Covid, gli ingressi sono stati contingentati, quindi non tutti sono riusciti a partecipare alla serata, con evidente rammarico. Nel corso del concerto, il giovane artista Danilo Piscitelli ha realizzato un ritratto di Rino Gaetano che sarà donato al Comune di Crotone.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top