Catanzaro, due nuove librerie nel Parco della Biodiversità

L’iniziativa grazie all'associazione Soroptimist Club. Le “little free library” fruibili già da ieri

6
di Redazione
27 aprile 2018
16:13

Due piccole biblioteche “sbocciano” al Parco della Biodiversita' Mediterranea di Catanzaro grazie all'associazione Soroptimist Club che, sposando il progetto nazionale "Si va in biblioteca", ha inteso favorire la conoscenza e l'idea che sia diritto di tutti accedere alla cultura promuovendo e sostenendo azioni ed iniziative di formazione informazione e di contrasto alla povertà educativa. Si concretizza, così, l'idea di collocare all'interno del Parco della Biodiversità, due “little free library”, una al Parco delle giovani idee, e la seconda dedicata ai più piccoli al Parco del Castello.


Le librerie sono fruibili da ieri pomeriggio, quando, alla presenza del presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, e della presidente del Soroptimist Club Catanzaro, la professoressa Cristina Segura Garcia, sono state ufficialmente messe a disposizione della comunità.
Presenti numerose socie del club catanzarese e la direttrice del Parco, la dirigente provinciale Rosetta Alberto. Il presidente Bruno ha voluto ringraziare il Soroptimist Club per aver scelto proprio il Parco dell'Amministrazione provinciale per realizzare il progetto rivolto con speciale attenzione alle donne e alle bambine, in conformità alle finalità del Soroptimist International.


«Questo tipo di sinergia - ha affermato il presidente Bruno -, che innesca meccanismi di collaborazione virtuosa, ci consente di incrementare i servizi rendendo il Parco ancora più attrattivo. Il sostegno delle associazioni come il Soroptimist Club che danno il proprio contributo per l'incremento dell'offerta culturale è fondamentale, soprattutto in questa fase ancora molto complicata per le Province, sia dal punto di vista finanziario che organizzativo. Il Parco della Biodiversità è patrimonio ambientale e naturalistico straordinario che, di fatto, non è più nella disponibilità della Provincia poiché la sua gestione, in seguito all'entrata in vigore della legge di riordino degli enti locali, rientra nelle funzioni residuali, assieme agli impianti sportivi e ai musei».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio