Con l’omaggio a Mattia Preti il Museo Marte di San Pietro a Maida riapre le porte

Un viaggio nell’epoca dell'artista di origini calabresi tra opere, costumi e oggetti. L’inizio di un percorso culturale a tappe e l’inaugurazione di un contenitore di eventi e mostre

182
di Redazione
7 luglio 2021
09:03

Verrà inaugurata il 9 luglio alle 18 nel museo Marte, ospitato all’interno del Palazzo della Cultura di San Pietro a Maida, con l’omaggio all’artista calabrese Mattia Preti, la rassegna d’arte antica e contemporanea “Comunicare l’arte ed il territorio: Ostensione d’arte figurativa tra innovazione e tradizione”. Un vero e proprio contenitore eterogeneo e diversificato che insegue l’obiettivo dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenico Giampà, di investire sulla cultura.

Tributo a Mattia Preti

Il progetto, realizzato grazie ad un finanziamento regionale per interventi di valorizzazione del sistema dei beni culturali, annualità 2019, segna la ripartenza degli eventi e del Museo con un tributo al cavaliere di origini calabresi Mattia Preti. Grazie alla collaborazione con Unicram (Camera Regionale Arti e Moda Calabria) è stato realizzato un prestigioso allestimento scenico che vede i quadri del pittore affiancati da scatti fotografici che le reinterpretano utilizzando i costumi dell’epoca, doviziosamente riprodotti. Inoltre, saranno presenti due tele originali in olio.


L'inaugurazione

All’inaugurazione saranno presenti il sindaco di San Pietro a Maida Domenico Giampà, il primo cittadino di Taverna Sebastiano Tarantino, l’assessore alla Cultura di San Pietro a Maida Loretta Azzarito, il presidente Unicram Giuseppe Emilio Bruzzese, il direttore del museo Marte Pietro Gullo, il costumista René Bruzzese, il restauratore Giuseppe Mantella, il soprintendente ad interim della Soprintendenza Abap per le Province di Catanzaro e Crotone Fabrizio Sudano, il funzionario storico dell’arte della Soprintendenza Abap per le Province di Catanzaro e Crotone Giovanni Marrello e lo storico e archeologo Dario Giordano.

«Congiuntamente all’assessorato alla Cultura, seppur nel breve periodo e condizionati dalla pandemia, abbiamo realizzato numerosissime iniziative – afferma il sindaco Giampà-, grazie alle quali è cresciuto sempre di più il “brand” di San Pietro a Maida, quale Città dell’Olio d’Oliva. Il nostro amato paese è ormai un borgo che riscuote tanto interesse e che attira numerosi visitatori. Crediamo molto, inoltre, nella cooperazione con le associazioni nel territorio, quale strumento essenziale di crescita. A tal proposito, grazie a questa importante collaborazione con Unicram (Camera Regionale Arti e Moda Calabria) il nostro museo Marte riprende vita ed è pronto a riaprire le proprie porte ai visitatori».

La rassegna d’arte antica e contemporanea: “Comunicare l’arte ed il territorio: Ostensione d’arte figurativa tra innovazione e tradizione” si snoderà attraverso altri fili tematici nelle prossime settimane.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top