Cosenza, celebrazioni di Pasqua a porte chiuse in Cattedrale

INTERVISTA | I riti della settimana Santa non arretrano davanti al coronavirus. Il messaggio del rettore don Luca Perri: «Abbiamo bisogno di immergerci in questa storia di vita che vince la morte: superiamo l’emergenza per risorgere verso un nuovo inizio»

2
di Salvatore Bruno
12 aprile 2020
12:15

La Chiesa cosentina non ha rinunciato a celebrare i riti della Settimana Santa. Nel pieno rispetto delle norme imposte dal Governo per evitare la diffusione del coronavirus e seguendo le indicazioni della Conferenza episcopale italiana, l’arcivescovo Francesco Nolè ha presieduto anche la veglia pasquale.

Dirette radiofoniche e streaming

Per consentire la partecipazione dei fedeli tutti gli appuntamenti sono stati trasmessi in streaming sulle pagine social ufficiali, sull’organo di stampa della Diocesi, Parola di Vita, diretto da don Enzo Gabrieli, ed anche in diretta radiofonica su Radio Jobel.

L'augurio di don Luca

«La Pasqua è per eccellenza, la festa della luce – dice il Rettore della Cattedrale, don Luca Perri – Allora auguro a tutti che oggi sia luce per tutti coloro che vivono un momento di buio fisico e morale. Questa può essere l’occasione di una nuova rinascita». Ecco l’intervista

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio