La malinconia dei giorni di festa: come sopravvivere al Natale

Si chiama "Christmas blues" ed è una forma di tristezza che in molti casi si presenta proprio a cavallo delle festività, ma con qualche accorgimento si può tenere a bada evitando che ci rovini le feste

101
di Loredana Colloca
24 dicembre 2018
13:05

"Buone feste", certo, ma non per tutti. Perché c’è chi durante il periodo natalizio va incontro a una forma di tristezza che può anche assumere io contorni di un vero e proprio periodo depressivo, che gli psicologi hanno ribattezzato con il nome di Christmas Blues. Può colpire, tutti, ma è più frequente, come è facile intuire, nelle persone che hanno recentemente subìto un abbandono o una perdita, in chi sta affrontando un divorzio, la fine di una relazione o anche in chi semplicemente si trova lontano da casa per lavoro e sarà costretto a trascorrere la notte di Natale da solo in una camera d’albergo.

Ma ci sono alcuni accorgimenti che possono rendere meno difficili i giorni di festa per chi proprio non riesce a farsi conquistare dallo spirito natalizio.

 

I consigli degli esperti per “sopravvivere” alle feste

Rendersi utili. Aiutare i propri genitori, magari anziani, nell’organizzazione del cenone, assicurarsi, ad esempio, che la concitazione di questi giorni non gli faccia dimenticare di assumere i farmaci, contattare gli invitati, insomma, darsi da fare per far scorrere più in fretta il tempo con la consapevolezza che ogni Natale è unico, ed è meglio goderselo con le persone care perché non tornerà più.

 

 

Dedicarsi a chi c’è. Un errore che spesso compie chi si trova ad affrontare le feste a cavallo di una separazione, un divorzio o semplicemente la fine di una relazione, specialmente se è rimasto a vivere nell’appartamento o nella casa dove ha avuto luogo la convivenza, è quello di rimuginare. Perché se è vero che è impossibile non farsi trascinare dalla nostalgia, è altrettanto valido il consiglio di evitare di crogiolarsi nei ricordi e cercare di razionalizzare arrivando alla conclusione logica che ha più senso dedicarci a chi c’è (amici, parenti e anche animali domestici), piuttosto che alla memoria di chi non tornerà.

 

 

Non pensare ai chili di troppo. Non è il momento. Si sa che durante le feste piovono inviti a cena, e semplicemente un caffè può diventare l’occasione per tirare fuori tonnellate di torroncini e imbandire la tavola con dolci tipici di ogni genere dalle calorie incalcolabili. Ebbene, gli specialisti, perfino i dietologi, consigliano di mantenere un atteggiamento misurato ma non eccessivo. Non è questo il momento per sottoporsi a diete drastiche e finire per passare le feste a guardare gli altri mangiare ogni ben di Dio, ma neanche per abbandonarsi agli stravizi. E soprattutto, non è il momento di pesarsi. Nascondete la bilancia fin dopo le feste. Fornirà di sicuro un peso ingannevole e oltre le aspettative, che finirà che rovinarvi la giornata. E state tranquilli, avrete a disposizione i successivi 365 giorni per tornare in forma.

 

 

Evitare lo stress da calca. Se i centri commerciali vi fanno venire il panico, se vi sembrano gironi infernali di mamme urlanti, bambini in lacrime, spintoni e liti all’ultimo pullover, allora la soluzione è semplicissima. Basta avere un collegamento a internet e una carta prepagata e vi si apre una selva di siti e negozi on line dove potete, a qualsiasi fascia di prezzo, trovare il regalo che fa per voi stando comodamente seduti alla scrivania.

 

Lo.C.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio