Marina di Gioiosa, Commisso: «Le mascherine donate? Porto il mio paese nel cuore»

VIDEO | Il patron della Fiorentina ha inviato 10mila dispositivi di protezione, in attesa di poter ritornare, un giorno, nella cittadina del Reggino. Il sindaco Geppo Femia: «È un uomo generoso e legatissimo alla sua città»

38
di Ilario  Balì
11 aprile 2020
10:15
La mascherine donate da Rocco Commisso alla sua città d’origine
La mascherine donate da Rocco Commisso alla sua città d’origine

Diecimila mascherine da Firenze per la sua Marina di Gioiosa Jonica. Il personale regalo di Pasqua del presidente della Fiorentina Rocco Commisso è giunto a destinazione, portando un po’ di gioia nella cittadina della Locride che gli diede i natali 70 anni fa. A raccogliere gli scatoloni gli amministratori locali guidati dal sindaco Geppo Femia, il quale ha voluto contattare telefonicamente il patron viola per ringraziarlo del gentile e utilissimo presente che sarà distribuito gratuitamente ai cittadini. «È un segno della sua bontà – ha affermato il primo cittadino – e della mai sopita nostalgia del suo paese».

Nel retro di quella che fu la sua casa al civico 36 su corso Carlo Maria adesso vive la cugina Anna, nella cui lavanderia ogni angolo racconta dello zio d’America. «È un uomo potente ma che è riuscito a rimanere umile – ha ricordato – è stato qui per l’ultima volta 9 anni fa, ma lo aspettiamo sempre a braccia aperte».

Al telefono da New York il magnate italo-americano ha voluto inviare un messaggio di auguri pasquali ai suoi compaesani, e soprattutto una promessa. «Ho voluto donare un piccolissimo pensiero al mio paese, sempre nel mio cuore. So bene che la sanità al sud non è sugli stessi livelli di quelli del nord- ha detto Commisso – quando tutto questo sarà finito, ci vediamo presto a Gioiosa».

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio