Gli appuntamenti

Reggio Calabria, presentati il premio Cosmos e il festival della scienza

VIDEO | Stamane la conferenza stampa a palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana, la presentazione delle iniziative in programma dal 29 settembre al 2 ottobre. Nella città dello Stretto a maggio anche le olimpiadi di Astronomia

di Anna Foti
29 marzo 2022
15:59

Nel cinquantesimo anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace, Reggio Calabria sarà anche capitale della cultura scientifica con la nuova edizione del premio Cosmos e il festival di Scienza, Cultura e Società in programma nella città dello Stretto tra il 29 settembre e il 2 ottobre prossimi, con attività preparatorie già in corso. Le manifestazioni sono state presentate della sala Gilda Trisolini di palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana di Reggio Calabria, alla presenza di Carmelo Versace, sindaco facente funzioni, Filippo Quartuccio, consigliere delegato alla Cultura, Giuseppina Attanasio e Chiara Parisi, rispettivamente dirigente e funzionario del settore 2 Sviluppo Economico di palazzo Alvaro, e Angela Martino Misiano, responsabile Planetario Pythagoras di Reggio. Collegato da Amsterdam, Gianfranco Bertone, professore di Fisica di origini reggine e ideatore del premio nazionale.

Appuntamenti su tutto il territorio metropolitano

«Siamo particolarmente contenti - ha sottolineato Carmelo Versace, sindaco facente funzioni della Città Metropolitana di Reggio Calabria - di poter sviluppare, con iniziative che si svolgeranno su tutto il territorio metropolitano, il premio Cosmos e il festival della Scienza in questo anno così rappresentativo per la nostra storia e la nostra identità che è quello del cinquantesimo anniversario dei Bronzi di Riace. Dopo l’edizione zero dello scorso anno, in questo 2022, in particolare il festival assume connotati sempre più definiti e articolati. La Città Metropolitana di Reggio Calabria crede profondamente in questa manifestazione. Abbiamo messo in bilancio risorse pari a 90 mila euro per la sua organizzazione. Un importo che non tiene conto di una serie di attività che sono in capo alla stessa Metrocity, che non gravano su quella posta e che vengono svolte dai nostri uffici, in primis il settore Due dedito alla Sviluppo Economico che ringrazio», ha sottolineato ancora Carmelo Versace, sindaco facente funzioni della Città Metropolitana di Reggio Calabria.


Le scuole italiane anche all'estero

«I volumi di divulgazione scientifica confluiti nelle cinquine finaliste sono stati selezionati dalle due giurie di studiosi ed esperti e di studentesse e studenti di trenta scuole italiane, un numero che di anno in anno cresce, e tra queste anche quelle frequentate da connazionali a Barcellona, Madrid, Istanbul e al Cairo, dunque scuole italiane all’estero. La regione più rappresentata è la Calabria con numerose scuole di tutto il territorio metropolitano reggino. Il nostro obiettivo resta sempre quello di offrire opportunità di crescita, in questo caso di nel segno della cultura scientifica, soprattutto a chi rischia di restare ai margini», ha evidenziato Angela Martino Misiano, responsabile scientifica del planetario Pythagoras di Reggio Calabria, partner della manifestazione. Proprio la professoressa Martino, per il suo appassionato e pluriennale impegno nella divulgazione scientifica, è stata recentemente insignita del prestigioso titolo di Ufficiale dell’ordine al Merito della Repubblica Italiana dal presidente Sergio Mattarella.
«Sono frastornata per tutta quest’attenzione che spero di meritare. Certamente ho ricevuto dai miei alunni, dalla mia famiglia e dalla scuola, molto più di quello che ho dato», ha commentato la professoressa Angela Martino Misiano.

Il sapere scientifico, una grande risorsa

Nata nel 2018 da un’intuizione del reggino Gianfranco Bertone, professore di Fisica presso l’Università di Amsterdam e Direttore del consorzio europeo per la teoria delle particelle elementari, la manifestazione, sostenuta alla Città Metropolitana reggina in sinergia con la Società Astronomica Italiana e il Planetario Pythagoras, quest’anno sarà arricchita dalla prima edizione del festival di Scienza, Cultura e Società. Si rafforza, così, la promozione della cultura scientifica tra le giovani generazioni, con il coinvolgimento più ampio della cittadinanza.

Le cinquine in finale

«L’intento che anno dopo anno vediamo maturare - ha spiegato l’ideatore Gianfranco Bertone, professore di origini reggine ad Amsterdam - si nutre della consapevolezza della centralità della conoscenza scientifica, al pari quella umanistica e senza separazione alcuna, nel percorso di crescita di ogni comunità. La divulgazione scientifica, di cui le manifestazioni sono promotrici, si fa pratica di saperi, edizione dopo edizione, grazie al coinvolgimento delle giovani generazioni nella scelta dei volumi da premiare. Quest’anno la cinquina finalista designata dalla giuria delle scuole contempla Marco Ferrari con il volume “Come costruire un alieno”, Gabriella Greison con la “Guida quantistica per anticonformisti”, Jimena Canales con “L'ombra del diavolo”, Patrizia Caraveo con “Sidereus Nuncius 2.0” e Guido Tonelli con “Tempo”. Questi ultimi tre sono stati selezionati anche dal comitato scientifico unitamente ad Arik Kershenbaum con “Guida galattica per naturalisti” e David Lindley con “Quale universo”», ha annunciato il professore Gianfranco Bertone.

Iniziative per la cittadinanza

«Parallelamente alla cerimonia di consegna dei premi e agli incontri con vincitori e vincitrici del premio, tra piazza Italia, palazzo Crupi, al Castello aragonese, avranno luogo laboratori, conferenze, spazi teatrali, letture. Inoltre gazebo allestiti sul Lungomare diventeranno fucine di divulgazione scientifica con esperti che saranno a disposizione per dialogare con il territorio», ha spiegato Anna Maria Franco, funzionaria del settore 2 Sviluppo Economico della Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Le olimpiadi di Astronomia

Quest’anno anche il gradito ritorno a Reggio Calabria, dopo la finale nazionale ospitata nel 2011, delle olimpiadi di Astronomia.
«Il prossimo 4 maggio il liceo classico Tommaso Campanella ospiterà le prove degli studenti delle scuole secondarie di primo grado della sezione Junior 1 e il giorno successivo ci sarà la premiazione a palazzo Alvaro. Un’ulteriore conferma del ruolo di primo piano rivestito dalla nostra Città anche nel panorama scientifico», ha concluso Filippo Quartuccio, consigliere metropolitano con delega alla Cultura.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top