«Dateci i dispositivi di protezione»: la petizione del Nuovo sindacato carabinieri

Iniziativa del segretario regionale Nsc Amedeo Di Tillo, di concerto con il Codacons: «I nostri militari impegnati in prima linea, aiutateci a proteggerci»

di Salvatore Bruno
14 marzo 2020
15:28
776

È un lavoro prezioso quello svolto dai carabinieri in queste ore di emergenza coronavirus.

Servono kit di sicurezza

La Benemerita è una delle categorie più esposta al contagio e l’attuale fornitura di kit di sicurezza è insufficiente a coprire il fabbisogno, ponendo a rischio sia chi lavora a contatto con il pubblico sia chi è impegnato nei controlli esterni.

La petizione del sindacato

Per questo il Nuovo Sindacato Carabinieri, guidato in Calabria da Amedeo Di Tillo, ha lanciato di concerto con il vicepresidente nazionale del Codacons Francesco Di Lieto, una pubblica petizione per reperire almeno 4mila mascherine. La risposta delle imprese non si è fatta attendere. Molte hanno risposto all’appello. Nelle prossime ore dovrebbero giungere le prime forniture.

Presenza capillare sul territorio

I carabinieri sono presenti sul territorio in maniera capillare. Per i cittadini rappresentano un punto di riferimento oltre che un irrinunciabile presidio di prossimità. «Sarebbe un controsenso pensare di affidare la sicurezza di tutti i cittadini a personale potenzialmente a rischio di infettarsi poiché esposti ad un rischio concreto senza alcuna adeguata protezione. Aiutare l’Arma dei carabinieri a proteggerci è una responsabilità di tutti noi» dice il sindacalista. Lo abbiamo intervistato:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio