Cisl Reti Calabria

A Catanzaro il primo congresso: Francesco Canino confermato alla guida

Completano la segreteria Cristina Spadafora, Antonino Mallone e Giorgio De Simone. Le prospettive del Pnrr nel ramo elettrico e delle telecomunicazione i binari progettuali per il futuro

di Redazione
4 febbraio 2022
10:14

Il primo congresso di Cisl Reti Calabria conferma Francesco Canino nel ruolo di segretario generale. Ieri a Catanzaro Lido si sono svolti i lavori che hanno visto il completamento della segreteria regionale con Cristina Spadafora, Mallone Antonino e De Simone Giorgio.

Un presidio importante quello di Cisl Reti Calabria, nuova federazione di prima affiliazione della Cisl, nata per presidiare con maggiore efficienza due settori strategici per il paese: elettrico (Flaei) e telecomunicazioni (Fistel).


Nella sua relazione introduttiva, il Segretario generale Francesco Canino ha sottolineato come le due politiche (energia e telecomunicazioni) siano state poste sotto la responsabilità di un’unica formazione del Consiglio europeo con l'obiettivo di creare sistemi moderni ed efficaci sotto l'aspetto economico, sociale e ambientale.

La fusione tra Telecomunicazione e Energia nel Pnrr

Anche il Pnrr predisposto dal governo italiano ha previsto la fusione fra Telecomunicazioni ed Energia ed ecco perché la nuova federazione Cisl Reti assume un ruolo di rilievo strategico, con il compito di fare proposte e di vigilare, affinché anche in Calabria i fondi vengano spesi oculatamente per dare piena applicazione alla transizione ecologica e digitale.

Il Segretario Nazionale FISTel Nicola Milana ha rimarcato, invece, come l’Italia sia in fanalino di coda in Europa per diffusione digitale. Uno status che genera effetti negativi anche per quanto riguarda la digitalizzazione della logistica e della rete di distribuzione dell’energia elettrica, la cui evoluzione è invece auspicabile per minimizzare il consumo di materia prima, ridurre gli sprechi e aumentare l’efficienza delle infrastrutture.

«L’Italia - ha detto Milana - non può assolutamente perdere le opportunità date dal Pnrr per riammodernare le sue reti strategiche, diversamente verrebbero penalizzati tutti i settori economici, con un danno catastrofico per il sistema paese». Una visione lungimirante sostenuta anche dal segretario nazionale della Flaei Mario Massas e necessaria «ad affrontare le sfide della transizione energetica e digitale con le competenze necessarie che le due federazioni costituende Flaei e FISTel portano con il loro know-how acquisito in anni di contrattazione nei rispettivi settori».

Ha concluso i lavori la Segretaria Confederale della Cisl Calabria Rosaria Miletta sottolineando il compito che il sindacato ha di vigilare affinché la grande opportunità per la Calabria offerte dal Pnrr non venga sprecata, destinando il denaro a misure demagogiche che non comportano miglioramenti e crescita per la nostra regione.

«Nostra - ha detto la leader - è la responsabilità di pretendere che la distribuzione delle risorse assegnateci persegua l’obiettivo, non soltanto di difendere i perimetri occupazionali, ma bensì di tendere alla loro espansione, e non in misure clientelari come spesso è avvenuto in passato».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top