Abramo Printing&Logistics, licenziamenti ridotti

Ad annunciare l'intesa la Slc Cgil: «Non è un accordo da festeggiare ma rappresenta l'ultima e unica mediazione possibile»

23
di Tiziana Bagnato
19 luglio 2018
19:23

«Ieri al dipartimento del Lavoro di Reggio Calabria, in commissione tripartita, dopo 70 giorni di trattative, abbiamo raggiunto un accordo con l'Abramo Printing & Logistics che, attraverso la riqualificazione e riconversione interna ed esterna, ha ridotto il numero di licenziamenti da 45 a 18».

 


È quanto comunica in una nota la Slc Cgil che già nello scorso mese aveva richiesto tavoli in Prefettura e fatto sit in per cercare di mettere un freno ai licenziamenti annunciati dalla nota azienda catanzarese. Ora l’accordo che non ha però potuto trarre in salvo tutti i lavoratori.

 

«Per i 18 sfortunati lavoratori abbiamo fatto reinserire l'incentivo all esodo per eventuali uscite volontarie e allungato i tempi di prelazione a 24 mesi. Non è un accordo da festeggiare – afferma il sindacato -  ma rappresenta l'ultima e unica mediazione possibile che di fatto  salvaguarda 27 famiglie e inserisce garanzie e sostenibilità per i 122 lavoratori che saranno in forza alla Abramo Printing & Logistics, un' azienda che prima della crisi contava 250 addetti e che oggi, tra prepensionamenti, uscite volontarie e dimissioni si ritrova con meno della metà del personale».

 

«Oggi siamo passati tra i lavoratori, gli unici a cui dobbiamo dare conto ed il 77% di loro ha votato sì al nostro accordo. Adesso l'augurio – conclude la Cgil -  è che terminata questa fase lunga e dolorosa, durata cinque lunghi anni, si possa tornare a parlare di piano industriale, diritti e rivendicazioni salariali».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top