Aeroporto Crotone, la denuncia del Comitato: «Gestione Sacal pessima»

Il comitato cittadino a difesa dello scalo pitagorico contro la decisione del gestore unico di chiudere il sito dedicato: «Così si creeranno disagi e i passeggeri preferiranno Lamezia»

8
di Redazione
4 gennaio 2021
08:59
L’aeroporto di Crotone
L’aeroporto di Crotone

«Continua la precaria gestione della Sacal sotto ogni punto di vista. Infatti, dopo le diverse segnalazioni fatte al Ministero dei Trasporti ed all’Enac il gestore unico trova una soluzione alla grave criticità da noi evidenziata che per noi è una vera e propria presa in giro». Lo scrive in una nota il direttivo del Comitato Cittadino Aeroporto Crotone. Ciò, si fa rilevare, nonostante nella convenzione n° 88641 sottoscritta il 4 settembre 2018 in cui il gestore Sacal si impegnasse a «amministrare e gestire, secondo criteri di trasparenza e non discriminazione, le infrastrutture aeroportuali e di coordinare e controllare le attività dei vari operatori privati presenti nell'aeroporto (art. 2 comma 3)».

«Una convenzione - secondo il comitato - sottoscritta forse con molta superficialità visto che con la chiusura repentina del sito CrotoneAirport.it non ha rispettato le norme circa la pubblicazione della carta dei servizi dello scalo pitagorico. Il sito CrotoneAirport.it - continua la nota - era un punto di riferimento ufficiale per i passeggeri che potevano ricevere notizie in merito all’operatività dell’aeroporto pitagorico. La soluzione trovata dalla Sacal ci umilia profondamente perché solo per lo scalo crotonese il sito diventerà una directory del sito ancora in costruzione Sacal.it la cui home invita i visitatori a chiamare un numero telefonico per informazioni relativi all’aeroporto di Crotone».


La Sacal, a parere del comitato, «ribadisce quindi la non volontà di investire neppure 24 euro per l’acquisto di un dominio dedicato all’aeroporto di Crotone al pari di Lamezia Terme e Reggio Calabria. La Sacal, infatti, dopo l’attività ispettiva svolta dall’Enac direzione Calabria in seguito a criticità rilevate propone questa soluzione che dal punto di vista pratico è totalmente inutile!!! Le informazioni contenute sul sito - si sottolinea nel comunicato - sono accessibili solo a chi conosce l’url preciso poiché i motori di ricerca tra cui Google prima di fornire le esatte “risposte” ai naviganti del web dovrà indicizzare il sito ancora in costruzione Sacal.it e quindi impiegherà almeno un anno!!! Quindi - si chiede - a cosa serve questa soluzione se praticamente i passeggeri non potranno accedere agevolmente a quelle informazioni importanti previste dalle varie norme? Il fine può essere solo uno: creare disagi ed aumentare la percezione nei potenziali passeggeri che l’aeroporto di Crotone sia quasi chiuso, in tal modo in tanti preferiranno sempre più lo scalo di Lamezia Terme».

Continua così, secondo il comitato cittadino, «la pessima e precaria gestione Sacal volta a discriminare come sempre lo scalo crotonese ed a penalizzare un intero territorio che è privo di ogni altra infrastruttura. Ci rivolgeremo nuovamente ad Enac ed al Ministero affinché tutto ciò venga risolto in maniera adeguata e repentina! Ancora una volta non capiamo come il Ministero dei Trasporti ed Enac abbiano potuto affidare il nostro diritto alla mobilità ad una società che sin dall’inizio dimostrava di non avere alcun interesse per l’aeroporto di Crotone che è un aeroporto in continuita’ territoriale». Intanto, si fa rilevare, il Comitato Cittadino Aeroporto di Crotone «sta implementando il sito CrotoneAirport.it affinché siano fornite informazioni utili non solo per l’aeroporto ma anche per promuovere il territorio dal punto di vista turistico. Sempre vigili sul nostro diritto - si legge infine - continueremo a pretendere di esser liberi di partire, liberi di tornare». 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top