Artigianato: sbloccati 337,5 milioni di euro per le cassa integrazione del settore

Il governo ha firmato per l’erogazione dei fondi. L’Ebac aveva minacciato azioni di protesta se non si fosse posto rimedio alla grave situazione di stasi. Gli ammortizzatori erano fermi a gennaio

121
di Redazione
1 maggio 2021
06:35

Stanno per ricevere le casse integrazioni che aspettavano da gennaio gli artigiani calabresi affiliati all’Ebac, l’ente bilaterale per l’artigianato. Soltanto pochi giorni fa lo stesso ente aveva aspramente denunciato i ritardi da parte del governo nel conferire i fondi.

Ora il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando ha firmato il decreto attuativo dell'articolo 1, comma 303, della legge di bilancio 2021 , che prevede l’assegnazione di 337,5 milioni di euro da destinare ai lavoratori del settore artigiano e a quelli in somministrazione. Ad annunciarlo sono i vertici di Ebac Giovanni Aricò e Michele Gigliotti.


«Nei giorni scorsi abbiamo dimostrato tutto il nostro dissenso per i ritardi inspiegabili e per quanto stava accadendo – affermano presidente e vice presidente dell’Ente -  ovvero lavoratori che ancora aspettano la cassa integrazione di gennaio. Le parti sociali Confartigianato, Cna, Casartigiani e Cgil, Cisl e Uil della Calabria hanno sensibilizzato, insieme ai vertici nazionali di Fsba, la politica nazionale affinché si adoperasse per velocizzare le procedure e scuotere l'apparato burocratico».

«Abbiamo manifestato l'esigenza di quasi un milione di lavoratori per avere la cassa integrazione in tempi celeri, organizzando sit in di protesta anche in Calabria. Ci vorranno ancora alcuni giorni – aggiungono -  prima di ricevere da Banca d'Italia, materialmente i soldi sul conto di Fsba, ma le nostre strutture sono già pronte ad effettuare le liquidazioni nell'arco della stessa giornata in cui ci sarà l'accredito ai lavoratori delle duemila imprese calabresi che ad oggi hanno fatto domanda».

«Un lavoro di squadra - conclude la nota- che ha portato ad un primo risultato e resteremo vigili affinché prevalgano le ragioni e i diritti di ogni singolo lavoratore sino a quando le procedure non saranno allineate con tempi accettabili e scadenzati con procedure automatiche ed immediate».

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top