Confartigianato si apre al turismo, nasce la nuova categoria confederale

A guidare il direttivo Luca Giuliano. Come vice presidente è stato scelto Gianluca Colaci

5
di Vincenzo Alvaro
8 agosto 2020
17:26
Da sinistra Barbalace, Lo Schiavo, Giuliano, Colaci, Sassi, Scarpino
Da sinistra Barbalace, Lo Schiavo, Giuliano, Colaci, Sassi, Scarpino

Nasce la categoria del Turismo di Confartigianato Imprese Calabria. Una scelta voluta per potenziare il radicamento dell’associazione al servizio di artigiani e piccoli imprenditori nella regione. Una scelta significativa che arriva proprio nel momento più difficile del settore alle prese con una ripresa lenta dopo il lockdown determinato dal Covid 19 che in tutto il Paese ha segnato il comparto turistico e che ora ha una forte esigenza di puntare su progetti concreti e credibili che contribuiscano a risollevare tutti i comparti messi a dura prova dalla lunga fase della pandemia.

 

La costituzione della categoria Turismo di Confartigianato che avrebbe dovuto nascere già nei primi mesi del 2020, i cui lavori erano stati avviati sul finire dello scorso anno con le assemblee provinciali degli associati e rinviata a causa dell’emergenza sanitaria, è stata sancita nel corso della riunione dei delegati provinciali che si è tenuta nei giorni scorsi nella sede regionale di via Lucrezia della Valle a Catanzaro, alla presenza del presidente regionale Roberto Matragrano e del segretario regionale, Silvano Barbalace. «Abbiamo voluto fortemente strutturare questa categoria – affermano Matragrano e Barbalace – per rispondere alla necessità manifestata delle tante imprese già socie che operano nel settore turistico, dalle strutture alberghiere a quelle extra-alberghiere a quella dei servizi, che fino ad oggi erano suddivise in altre categorie. In tal modo le imprese potranno meglio confrontarsi e dibattere sugli specifici problemi del loro settore, offrendoci la possibilità di avere una visione ancor più chiara e completa delle dinamiche del turismo e delle esigenze delle imprese da rappresentare».

 

Il confronto tra rappresentanti degli associati di tutta la regione punta ad individuare criticità e soluzioni atte a difendere in maniera sinergica le problematiche della categoria dalle variegate istanze e necessità. La parola d’ordine emersa nel corso del dibattito, concluso con la nomina del direttivo regionale, ancora una volta è «sinergia» tra le imprese e le aziende del settore con un occhio puntato sull'innovazione e la concretezza della progettualità, ma senza disdegnare investimenti. La volontà è delineare un effetto moltiplicatore in termini di servizi e ricadute positive su un territorio dalle tante potenzialità che proprio in queste ultime settimane ha dimostrato ancora una volta la propria forza attrattiva.

 

Il neo direttivo è composto da Luca Giuliano (nel ruolo di presidente), Gianluca Colaci (vice presidente), Giuseppe Scarpino, Alessio Sassi e Francesca Lo Schiavo e si è già dtao appuntamento alla ripresa dalla pausa estiva per definire il programma di attività ed elaborare le proposte emerse nel corso del dibattito. Al presidente Giuliano e al vice presidente Colaci e ai membri del direttivo gli auguri di un buon lavoro da parte del presidente e del segretario di Confartigianato Imprese Calabria, Roberto Matragrano e Silvano Barbalace

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio