Corigliano Rossano, Arcea inaugura una nuova sede e punta al rilancio

VIDEO | L'agenzia regionale per l’erogazione dei contributi agli agricoltori apre nella Sibaritide. Presente anche l'assessore Gallo. Tra gli obiettivi c'è quello di superare la crisi in un’area ad alto potenziale produttivo

1
di Matteo Lauria
24 aprile 2021
16:20

In una fase in cui si rischia la chiusura, Arcea tenta invece la carta del rilancio. Si tratta dell’agenzia della Regione Calabria che si occupa dell’erogazione di aiuti, contributi e premi previsti da disposizioni comunitarie, nazionali e regionali a favore del mondo rurale. Ieri è stata inaugurata una nuova sede a Corigliano Rossano che servirà tutta la vasta area della Sibaritide. 

Alla manifestazione era presente anche l'assessore regionale all’agricoltura Gianluca Gallo che ha sottolineato l’importanza di questa scelta strategica in un territorio ad alta valenza agricola: «L'obiettivo principale di questo nuovo sportello informatvo è quello di avvicinare i servizi e offrire una maggiore e migliore assistenza all’utenza». In questo nuovo contesto di rilancio è stata avviata una sinergia gestionale tra Arcea ed Arsac al fine di scongiurare il pericolo di una eventuale soppressione dell’agenzia regionale che attualmente può contare su ben 100 unità 


Superare i disagi

Sono molti i produttori che lamentano ritardi nei pagamenti nella erogazione dei contributi. Il commissario straordinario Arcea Salvatore Siviglia ha confermato il problema la cui responsabilità non è attribuibile ad Arcea piuttosto al passaggio di consegne da una società ad altra e da una piattaforma informativa Siar ad altra che gestisce tutte le pratiche nazionali. «Il disagio ora è superato - continua il commissario Siviglia - tant’è che sono state già operate le prime liquidazioni di 6 milioni di euro, mentre altri 20 milioni sono in lavorazione e saranno assegnati nella prossima settimana». Ancor più significativo è il segnale che si lancia alla commissione europea mal disposta nei confronti di Arcea a tal punto da ipotizzare la sua soppressione. Al momento si sta lavorando in smart-working con strumenti informatici innovativi.

Si punta al rilancio

Su Arcea la giunta regionale ha avviato un progetto di rilancio al fine di scongiurare la chiusura dell’Agenzia che, per criticità finanziarie, non è stata in grado ad adempiere alle azioni prescritte dal ministero alle Politiche agricole e forestali riguardo all’avvio delle procedure di reclutamento di personale dipendente in servizio stabile presso la struttura. Ora l’auspicio è che la commissione europea possa esprimere un parere favorevole scongiurando la chiusura. «Chiudere quest’organismo - ha concluso Siviglia -  significherebbe dare un colpo mortale non solo ai 100 lavoratori e alle altrettante famiglie, ma anche a tutto il vasto mondo agricolo che produce circa 120mila fascicoli aziendali».   

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top