Coronavirus, la diocesi di Reggio Calabria mette a disposizione 50 posti letto

Potranno essere utilizzati per persone in quarantena non bisognose di particolari cure sanitarie

di Redazione
24 marzo 2020
14:02
La residenza messa a disposizione della diocesi reggina
La residenza messa a disposizione della diocesi reggina

La Chiesa reggina mette a disposizione una struttura per le persone in quarantena. «In tutto - spiega una nota - saranno 50 i posti letto garantiti dall'arcidiocesi di Reggio-Bova per quanti eventualmente necessiteranno della quarantena di 14 giorni, pur non avendo bisogno di particolari cure sanitarie». La struttura scelta è il "Soggiorno San Paolo".

 


Come riferito dal direttore della Caritas diocesana, don Nino Pangallo, e dalla responsabile del Centro d'Ascolto "Don Italo Calabrò", suor Loriana Torelli religiosa della congregazione delle Francescane alcantarine: «Siamo riusciti a salvaguardare due mense, una nella zona Nord, al Centro d'Ascolto "Don Italo Calabrò" di Archi, e una nella zona Sud, presso la parrocchia del Divino soccorso, grazia all'abnegazione di don Giorgio Costantino e dei suoi volontari. Rimane aperto anche l'emporio diocesano "Gennezareth" sito presso i locali della parrocchia di Riparo». Attivato  anche un numero verde (0965/385551),  disponibile per le chiamate di estrema urgenza in coordinamento con la Croce Rossa e il Comune di Reggio Calabria.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio