Cosenza, ricorso al Tar per bloccare il cantiere della Metro

Il titolare della stazione di servizio di Viale Mancini si rivolge alla magistratura amministrativa. Prima udienza convocata il 24 ottobre

219
di Salvatore Bruno
16 ottobre 2018
22:12

Avere una stazione di servizio affacciata su una strada chiusa al traffico non è certo il massimo della vita. Ne sa qualcosa Milena Gabriele, titolare del distributore IP collocato lungo Viale Mancini, interdetto al flusso dei veicoli proprio lungo la carreggiata ovest, quella adiacente alle colonnine di carburante. Per consentirvi l’accesso, nell’allestimento del cantiere della metrotramvia è stato lasciato aperto un varco accessibile esclusivamente da Via Quintieri, per intenderci la strada che giunge dall’autostazione. Oppure gli automobilisti possono entrare dall’ingresso posteriore di Via Consalvo Aragona.

 

La decisione di rivolgersi al Tar

Gli incassi nell’ultimo mese sono drasticamente calati, più che dimezzati dice la titolare. La signora Gabriele ha allora deciso di depositare un ricorso al Tar «volto ad accertare se le decisioni assunte da ogni soggetto coinvolto siano o meno legittime e, perciò, da annullare» scrive in una nota. L’udienza per ottenere la sospensione dei provvedimenti impugnati e la conseguente riapertura dell’arteria stradale, si terrà il prossimo 24 ottobre.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio