Cosenza, nel centro storico nasce il Palazzo dei sarti

L'idea progettuale è del giovane imprenditore Riccardo Magarò che, a soli 22 anni, dopo aver lavorato in Marocco per principi sauditi ed attori cinematografici, ha deciso di tornare nella sua città

 

90
di Redazione
5 giugno 2019
18:33

Investire nel futuro partendo dal passato. E' questa la mission del Palazzo dei sarti, la scuola di alta sartoria inaugurata nei giorni scorsi nel centro storico di Cosenza, alla presenza dell'Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Francescantonio Nolè, e dell'assessore alla crescita economica urbana e alle attività economiche e produttive di Palazzo dei Bruzi, Loredana Pastore.

Da Marrakech a Cosenza

L'idea progettuale è del giovane imprenditore cosentino Riccardo Magarò che, a soli 22 anni, dopo un triennio trascorso a lavorare in Marocco, a Marrakech, dove si era prima inserito nel settore del turismo di lusso e subito dopo aveva creato una linea di produzione di alta sartoria, destinata prevalentemente a una clientela elitaria, come principi sauditi ed attori cinematografici, ha deciso di tornare nella sua città per mettere a disposizione l'esperienza acquisita all'estero ed il suo know-how nella formazione di giovani cosentini desiderosi di apprendere l'arte del taglio e cucito.

Per fare questo, il giovane ha ben pensato di implementare nel Palazzo, su Corso Telesio, a metà strada tra quella che un tempo era nota come la Piazza delle Uova e la Piazza dei pesci, un laboratorio sartoriale, una vera e propria scuola, diretta dallo storico sarto Franco Servidio, forbice d'oro e membro riconosciuto dell'Accademia Internazionale dei Sartori, l'antica Università fondata, nel 1575, da Papa Gregorio III.

Il Palazzo dei Sarti punta a diventare un’eccellenza

«Il Palazzo dei Sarti e l'annessa scuola di sartoria – ha sottolineato l'assessore Pastore nel salutare con soddisfazione la nascita di questa nuova avventura imprenditoriale – rappresentano una bella realtà che, nel quadro dell'implementazione di nuove attività produttive nel centro storico, si candidano a diventare un'eccellenza della nostra città, forti del giovane entusiasmo di chi l'ha ideata e dell'esperienza dei maestri chiamati ad insegnarvi».

«Come Amministrazione comunale – ha proseguito – continueremo ad incoraggiare queste forme di sinergia tra pubblico e privato, convinti come siamo del fatto che lo sviluppo economico non può non passare attraverso questo genere di partenariato che alla collaborazione delle istituzioni deve poter affiancare quella capacità di impresa in grado di fare sintesi tra tradizione e innovazione».

Proiettata verso la creazione di un vero e proprio brand, la scuola di sartoria nata nel centro storico si sviluppa su tre piani. Oltre al laboratorio, è stata allestita al piano terra un'area espositiva (una sorta di piccolo Museo) e un ufficio di rappresentanza. La rilocalizzazione dell'azienda da Marrakech a Cosenza va nella direzione di perpetuare quella grande tradizione sartoriale e degli antichi mestieri che Corso Telesio ha sempre esibito con orgoglio e che, nelle intenzioni di Riccardo Magarò, si vuole recuperare e riportare in auge, dando un'opportunità ai giovani calabresi che intendono formarsi attingendo all'esperienza di veri e propri maestri dell'arte del taglio e cucito con immediate ricadute positive nel mondo del lavoro.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio