Caro bollette

Crisi energia, primo giorno di stop degli operai alla Callipo: «Costi fuori controllo, il Governo ci aiuti»

Sono 232 dipendenti del famoso gruppo di produzione del tonno rimasti a casa. La decisione congiunta presa da proprietà, sindacato e lavoratori (ASCOLTA L'AUDIO)

426
di Redazione
7 settembre 2022
20:50
L’imprenditore Pippo Callipo
L’imprenditore Pippo Callipo

Primo giorno di fermo dell'attività produttiva oggi, a causa dell'aumento dei costi energetici, nello stabilimento di Maierato della Giacinto Callipo Conserve Alimentari spa, una delle industrie più importanti della Calabria, specializzata nella produzione del tonno, che esporta praticamente in tutto il mondo. Dei 264 dipendenti dello stabilimento, 232, e cioè quelli addetti alla produzione, sono stati sospesi dal lavoro per una giornata. Un blocco, sia pure temporaneo, dell'attività cui ne seguiranno inevitabilmente altri, almeno uno la settimana, fino a dicembre.

La sospensione della produzione è frutto di una decisione adottata congiuntamente, a conclusione di un'assemblea svoltasi nei giorni scorsi, dall'amministratore della società, il cavaliere del lavoro Pippo Callipo, dalla Rsu e dagli stessi operai dello stabilimento. «La situazione, per quanto riguarda i costi dell'attività produttiva - afferma Callipo - ha raggiunto livelli intollerabili. Basti pensare, per esempio, che la cifra di 72mila euro che abbiamo pagato nel periodo luglio-agosto 2021 per costi energetici, e cioè luce e gas, oggi si è moltiplicata a dismisura, arrivando a toccare nello stesso periodo di quest'anno i 348 mila euro. Per il mese di settembre, poi, è previsto che si raggiungano i 400 mila euro di costi. Con un crescendo che si farà sempre più ingestibile».


«Il Governo deve adottare provvedimenti urgentissimi - dice ancora il cavaliere Callipo - perché altrimenti c'è il rischio che molte aziende, magari più piccole rispetto alla nostra ed impossibilitate ad affrontare costi così esorbitanti, siano costrette e chiudere i battenti e mandare a casa i dipendenti. Sono amareggiato e sconfortato perché ho sempre pensato agli aspetti sociali legati alla mia attività. Le conseguenze della situazione che si è determinata rischiano di diventare davvero esplosive. È bene che lo si sappia».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top