Crotonese «malato grave»: le proposte della Camera di Commercio per uscire dalla crisi economica

VIDEO | Sono cinque le missioni individuate nel Piano Sud per l’Italia 2030 che l'ente intende realizzare attraverso il Patto istituzionale della provincia. Intanto arrivano buone notizie per le imprese in difficoltà

6
di Francesca Caiazzo
21 aprile 2021
14:24

Rendere quella di Crotone una provincia rivolta ai giovani, connessa e inclusiva, ecologica, innovativa e aperta. Sono le cinque missioni individuate nel Piano Sud per l’Italia 2030 del ministero per il Sud applicate al territorio crotonese, che la Camera di Commercio intende realizzare attraverso il Patto istituzionale della provincia di Crotone. Un impegno concreto cui sono chiamati ad aderire Regione, Provincia, Comuni, associazioni di categoria, sindacati e ordini professionali.

Il Patto della provincia di Crotone

Attraverso il patto «i sottoscrittori – fanno sapere dall’ente camerale - si impegnano a una serie di attività volte a creare i presupposti per la realizzazione delle cinque missioni individuate nel Piano Sud», compiendo un «primo passo per richiamare l’attenzione del Ministero per il Sud sul nostro territorio al fine di impegni concreti in relazione alle cinque missioni individuate».


L’intenzione, dunque, è quella di «rimettere al centro dell’attenzione Crotone e la questione meridionale, con la dovuta importanza e forza» commenta il Commissario straordinario della Camera di Commercio di Crotone, Alfio Pugliese.

«Quando abbiamo di fronte un malato grave, come il Crotonese, c’è bisogno che venga preso in cura dal migliore degli specialisti e questa equipe di specialisti, nel caso specifico, è composta dal Governo nazionale e dalle istituzioni locali. Insieme, devono capire quale cura adottare per rimettere ordine a questa confusione creata negli anni, per incapacità, incuria e inerzia da parte di alcuni attori che non hanno svolto il loro compito nel migliore dei modi»

Sostegno alle imprese

Intanto, l’ente camerale continua a mantenere alta l’attenzione sulle imprese. Nei giorni scorsi è stato pubblicato il secondo bando per sostenere le attività danneggiate dalla tromba d’aria del 2018, attraverso «il finanziamento di un apposito fondo da parte di Unioncamere al fine di agevolare il ripristino delle condizioni di operatività delle imprese colpite, mediante il ristoro dei danni subiti su immobili e dotazioni strumentali e per la rimessa in pristino delle attività pregresse».

Il bando, reperibile sul sito internet della Camera di Commercio di Crotone, aperto dal 16 aprile, scade il 16 maggio 2021 alle ore 21:00, e prevede una procedura a sportello, fino all’esaurimento dei fondi disponibili, per circa 140 mila euro. Per informazioni è possibile contattare il Servizio Promozione, Comunicazione della Camera di Commercio di Crotone all’indirizzo e-mail promozione@kr.camcom.it o ai numeri telefonici 0962/6634225-204-207-231.

Lunedì 19 aprile, inoltre, è stato pubblicato anche la procedura di affidamento a un Cofidi per l’assegnazione dei fondi antiusura destinati alle imprese con problemi di liquidità o con difficoltà di accesso al credito. Un passaggio fondamentale per rendere immediatamente operativo questo strumento, a cui la Camera di Commercio lavora da tempo.

«Anche se siamo in una fase di riforma degli enti camerali - conclude Pugliese - manteniamo alta l’attenzione sulle difficoltà territoriali».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top