Dal ministero dell’Ambiente 40 mln per le microimprese che lavorano nei Parchi

Lo annuncia la deputata cinquestelle Elisa Scutellà: «Occasione importantissima anche per Pollino, Sila e Aspromonte». Ecco chi e come potrà inoltrare domanda

22
di Redazione
3 febbraio 2021
11:24
Il parco del Pollino
Il parco del Pollino

«Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha indetto un bando da 40 milioni di euro per chi lavora nelle Zone economiche ambientali o all'interno di un'area marina protetta. Uno strumento importantissimo per agevolare l'economia di tutte quelle realtà produttive che operano nell'entroterra o in aree vincolate e che a seguito dell'emergenza Covid hanno subito gli importanti contraccolpi della crisi economica». Lo afferma, in una nota, la deputata del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati Elisa Scutellà.

«Un'occasione importantissima - aggiunge la deputata - anche per chi lavora nei Parchi nazionali calabresi del Pollino, della Sila e dell'Aspromonte. Un contributo straordinario per fronteggiare la crisi economico-finanziaria causata dall'emergenza sanitaria Covid-19 ed incentivare chi si batte quotidianamente per tutelare e preservare il nostro capitale naturale. Dopo la Legge Clima, che ha istituito in ciascun Parco nazionale la Zona economica ambientale, con questo bando si compie un ulteriore e fondamentale passo per agevolare l'economia dei territori che ricadono nei parchi».


«Continuiamo a tutelare e valorizzare - dice ancora Elisa Scutellà - un patrimonio naturale inestimabile, dando pieno sostegno, anche economico, a chi dedica il proprio lavoro per custodire il nostro patrimonio naturale».

«Potranno inoltrare domanda per accedere ai contributi - è detto nel comunicato - le micro e piccole imprese, le attività di guida escursionistica ambientale, le guide dei parchi che hanno una sede operativa all'interno di una ZEA o in un'AMP e che hanno sofferto una riduzione del fatturato. Le domande possono essere inoltrate a partire dal prossimo 15 febbraio e fino al 15 marzo in via telematica accedendo con le credenziali fornite dall'Agenzia delle entrate al portale www.contributozea.it e seguendo le indicazioni riportate nel manuale 'Istruzioni per la compilazione'. Entro 60 giorni dalla data di scadenza di presentazione delle istanze sarà pubblicato sul sito del ministero e sul portale dedicato il piano di riparto del contributo straordinario tra i beneficiari ammessi».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top