Emergenza abitativa a Cosenza, nuova protesta al Comune

Irruzione nel salone di rappresentanza delle famiglie disagiate rimaste senza contributo per pagare l'affitto

18
di Salvatore Bruno
10 febbraio 2020
11:06

Sono tornate a protestare nel salone di rappresentanza del Comune di Cosenza, le famiglie disagiate alle quali l’amministrazione di Palazzo dei Bruzi ha tagliato il contributo per l’emergenza abitativa, vale a dire quella forma di sostegno economico per il pagamento dell’affitto.

Ci pensa già lo Stato

Gli uffici del Municipio hanno proceduto ad eliminare dal bilancio gli stanziamenti necessari poiché per la medesima misura esiste già il reddito di cittadinanza, nell’ambito del quale è prevista l’erogazione di una specifica quota fino ad un massimo di 280 euro, proprio per coloro che hanno difficoltà a versare mensilmente i canoni.

Promesse mancate

Al termine di una precedente manifestazione dello scorso mese di gennaio, il sindaco Mario Occhiuto aveva fornito ampie rassicurazioni sull’intenzione di voler comunque mantenere in essere il contributo per la parte non coperta dal reddito di cittadinanza. Ma anche queste risorse sarebbero venute meno.

In attesa dei commissari

In ogni caso rimangono ancora da liquidare le rate dell’ultimo trimestre 2019. Ma l’erogazione potrà avvenire soltanto dopo l’insediamento dell’Organismo Straordinario cui spetterà il compito di gestire la massa passiva accumulata dalle casse comunali fino allo scorso 31 dicembre.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio