Fase 3, la “prima” di Bombardieri in Calabria: «Governo intervenga o scendiamo in piazza»

Il neo segretario generale della Uil a Lamezia: «L'esecutivo deve far risalire la china al Paese, sarà un autunno complicato»

66
di Redazione
17 luglio 2020
11:45
Pierpaolo Bombardieri
Pierpaolo Bombardieri

«Sarà un autunno complicato». Lo ha detto il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, a Lamezia Terme per partecipare a un'iniziativa del sindacato calabrese, commentando con i giornalisti le misure del governo per la Fase 3.

 

«Noi – ha aggiunto Bombardieri – abbiamo più di 7 milioni di lavoratrici e di lavoratori che oggi sono in cassa integrazione e con gli ammortizzatori sociali, bisogna continuare con gli ammortizzatori fino a dicembre, bloccare i licenziamenti. Il governo deve decidere quali sono gli asset strategici di questo Paese e di investire al più presto, deve mettere in condizione il Paese di risalire la china e ripartire da una crisi che sarà assolutamente complicata, dovrà utilizzare velocissimamente le risorse che arrivano dall'Europa».

 

«Solo così – ha sostenuto il segretario della Uil – potremmo dare risposte. Quindi sarà un autunno complicato. Noi chiediamo al governo di ridisegnare un'Italia diversa, alla luce di quello che è successo, che consideri la sanità pubblica, che consideri la vita prima di tutto, che consideri la sicurezza sul lavoro una priorità imprenscindibile. Se questo non succederà, noi – ha aggiunto Bombardieri – saremo pronti a riempire le piazze».

 

«Lo valuteremo, sulla base dei fatti concreti», ha detto ancora con riferimento all'accordo su Autostrade per l'Italia.

«Saranno mantenuti i 9mila posti di lavoro? Continueranno a esserci gli investimenti sulla manutenzione e sulle infrastrutture? Saranno diminuite le tariffe? Valuteremo questo accordo – ha concluso – sulla base di questi elementi».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio