Turismo Calabria

Laghi di Sibari, gioiello del diportismo nautico calabrese in attesa di rilancio

VIDEO | Tra i problemi più importanti da risolvere la questione della navigabilità del Canale Stombi

750
di Matteo Lauria
5 agosto 2021
15:00

Un vero e proprio gioiello della nautica da diporto. Sono i Laghi di Sibari, situati nel cuore della Piana, nel comune di Cassano allo jonio. Furono realizzati intorno agli anni settanta da imprenditori friulani, meridionali e locali. In particolare spunta il nome nel noto Gianni Furlanis amante della caccia, il quale s’innamorò dell’area con attitudini paludose e decise di investirvi. La realizzazione di un apposito cantiere nautico consentì nel corso degli anni di intercettare turismo anche internazionale. Di straordinaria importanza si rivela la navigabilità del Canale Stombi i cui disagi legati alle problematiche dell’insabbiamento contribuiscono, in parte, a determinare una graduale crisi riscontrata negli ultimi 20 anni.

Secondo il presidente dell’Associazione “Laghi di Sibari” Luigi Guaragna il Canale dello Stombi «è fondamentale per la rinascita dei Laghi, se non altro perché la peculiarità dell’infrastruttura è proprio la nautica (3.20). La prima cosa da fare è, dunque, garantire la navigabilità tutto l’anno con interventi ordinari e straordinari nonché di continuo monitoraggio dei fondali. Attività che deve essere esercitata dal Comune di Cassano sulla base di una recente legge regionale che destina 100mila euro annui per tali lavori». 1500 unità immobiliari, 2500 posti barca, 2 centri nautici, lidi balneari, hotel, ristoranti, costituiscono un naturale indotto economico- occupazionale per l’intera area. L’invito del Presidente Guaragna ( 8.04) è agli imprenditori affinché possano portare quella necessaria innovazione e mettere in campo nuove iniziative per rilanciare i laghi di Sibari. L’associazione è disponibile a sostenere ogni azione imprenditoriale, purché seria. Negli anni in Calabria abbiamo avuto dei prenditori, noi abbiamo bisogno invece di veri imprenditori».


Il riconoscimento della Bandiere blu

Nel 2000 e nel 2002, ottiene un importante riconoscimento dalla Feee Italia la Bandiera Blu, per tutti i suoi aspetti di grande rilevanza ambientale. Il centro nautico balneare si presenta con caratteristiche sabbiosa: spiaggia e folti boschi situati lungo il Crati ed alla foce del canale Stombi. Una successione naturale “mare-spiaggia-specchi d’acqua interni” di tipo lagunare, senza alcuna alterazione del contesto ambientale, localizzato in prossimità della zona archeologica dove gli scavi hanno consentito di individuare il sito dell’antica Sibari. Gli specchi d’acqua sono collegati da un grande canale parallelo alla linea di costa. 400mila metri quadri di ampiezza, posizione strategica al centro del Mediterraneo, sicurezza di ormeggi e modernità di attrezzature rappresenta un'ottima base di ricovero e di sosta.     

Il piano di lottizzazione e gli insediamenti

Il piano di lottizzazione prevede 12 zone destinate al servizio nautico di ricovero, manutenzione ed allestimento natanti nonché gli impianti relativi alle manutenzioni dell'intero complesso; utilizzazione prevalentemente commerciale e contengono le attrezzature ed i servizi turistici, i servizi portuali e quelli commerciali per l'intero complesso. Sono poi state concepite delle sottozone che contengono residenze ed attrezzature alberghiere e di servizio. Ben nove chilometri di banchine; cinque darsene, profonde tre metri per complessivi quattrocentotrentamila metri quadri; duemilaottocento posti barca da tre a diciotto metri già disponibili, suscettibili di un aumento di altri milleduecento per un totale di quattromila posti barca; quattro ettari occupati dal cantiere nautico; ottantanovemila metri quadri di spazi pubblici riservati ad attività collettive; duecentoseimila metri quadri di verde pubblico di rispetto; duecentoventiquattromila di verde privato attrezzato; cinquecentodiecimila metri quadri già edificati; otto chilometri di strade asfaltate. I collegamenti stradali sono assicurati dall'Autostrada del Sole, da quella Adriatica e dalla superstrada Jonica che convergono nella piana. I collegamenti aerei si appoggiano agli aeroporti di Lamezia, di Crotone e di Bari. I collegamenti ferroviari si avvalgono dello scalo di Sibari.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top