Lamezia Multiservizi, fallisce il tentativo di raffreddamento in prefettura con Faisa Cisal

Il sindacato, rappresentato da Domenico Marchio, chiede lo scorporo del settore Trasporti e l'intervento della Regione Calabria

di Tiziana Bagnato
31 gennaio 2018
17:55

Sarà necessario un nuovo incontro in Prefettura per mettere a punto la strategia di raffreddamento tra il sindacato Faisa Cisal e i lavoratori del settore Trasporti della Lamezia Multiservizi. Le rassicurazioni arrivate a Catanzaro dai rappresentanti della società partecipata non sono state ritenute sufficienti dalla sigla sindacale. L’impegno preso è stato quello di pagare la tredicesima ed entro venerdì il mese di dicembre. Nei prossimi giorni, inoltre, ha garantito la Multiservizi, ci saranno incontri con tutti i comuni che vantano importanti crediti.

 


La situazione di estrema difficoltà della società è, infatti, legata non solo ai corposi debiti ma anche alle cifre non riscosse da tutti gli enti per i quali eroga servizi. Per la Faisa Cisal, rappresentata in prefettura da Domenico Marchio, è però imprescindibile che il settore trasporti venga scorporato e che venga presa una posizione forte da parte della Regione Calabria. I mezzi sono al limite delle condizioni di sicurezza, così come il personale, ridotto all’osso. All’appello mancano undici lavoratori per raggiungere l’organigramma minimo.  Ecco perché i lavoratori sono stanchi di soluzioni tampone e chiedono che il problema venga risolto alla radice.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top