La vetrina

Le eccellenze made in Calabria pronte ad approdare al Salone dell’agroalimentare di Verona

Il Sol&Agrifood si dividerà nelle sezioni food, olio extravergine di oliva e birre artigianali. Al via le adesioni delle aziende

27
di Redazione
3 febbraio 2022
17:00
Olio d’oliva, immagine di repertorio da pixabay
Olio d’oliva, immagine di repertorio da pixabay

L’agroalimentare calabrese scalda i motori. Dal 10 al 13 aprile, in concomitanza con la cinquantaquattresima edizione di Vinitaly, a Verona si terrà anche Sol&Agrifood, il salone dell’agroalimentare di qualità, al quale la Regione Calabria prenderà parte su iniziativa dell’assessorato all’Agricoltura. A tal riguardo – si legge in una nota stampa- il dipartimento Agricoltura ha indetto una manifestazione d’interesse rivolta alle aziende del settore.

«Sol&Agrifood – commenta l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo- è un appuntamento al quale la Calabria non vuole mancare. D’intesa con il presidente Occhiuto, ad aprile porteremo a Verona non solo le aziende vitivinicole calabresi più rappresentative, ma anche quelle del settore agroalimentare, in modo da promuovere l’intero paniere delle eccellenze nostrane e favorire così la scoperta dei territori di riferimento, come pure i rapporti commerciali e lo scambio di buone pratiche».


Sol&Agrifood, vetrina dell'eccellenza del made in Italy, è il luogo di incontro tra offerta e domanda di tutte le specialità agroalimentari di qualità, suddivise in tre macro aree: food, olio extravergine di oliva e birre artigianali. L’avviso pubblicato dalla Regione Calabria insieme al modulo della domanda di adesione - si fa presente nel comunicato- è già disponibile sul sito istituzionale della Regione.

Le aziende interessate dovranno formalizzare la propria volontà di adesione entro e non oltre il 15 febbraio prossimo (tramite invio modulistica all'indirizzo fornito dall'ente ocm.agricoltura@pec.regione.calabria.it).

Nel caso in cui le richieste superassero il numero degli spazi disponibili - avvisa la nota stampa-  il dipartimento Agricoltura attiverà una procedura di selezione che si baserà sul possesso di alcuni requisiti, tra i quali l’utilizzo prevalente di materie prime calabresi, la maturata esperienza commerciale nei mercati esteri, l’offerta produttiva idonea a garantire rapporti commerciali con mercati esteri, le produzioni Dop, Igp e biologiche, le certificazioni di qualità riconosciute a livello internazionale.

 

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top