Senza stipendio da mesi, operai protestano sul tetto della centrale a Corigliano Rossano

Si tratta di lavoratori impiegati nel Consorzio di bonifica di Trebisacce. Uno di loro ha accusato un malore ed è stato trasferito in ospedale

4
di Redazione
5 ottobre 2020
11:39
La protesta a Corigliano Rossano
La protesta a Corigliano Rossano

Sono saliti per protesta sul tetto della centrale idroelettrica in contrada Insiti a Corigliano Rossano 15 operai che lavorano per il Consorzio di bonifica di Trebisacce, rimasti senza stipendio da cinque mesi. Oltre agli operai sul tetto, tutti padri di famiglia, sul posto ci sono i colleghi che stanno protestando per far valere i propri diritti.

Uno di loro ha accusato un malore, probabilmente dovuto ad un improvviso innalzamento della pressione, ed è stato soccorso e portato in ambulanza in ospedale. Gli operai lamentano la mancanza di stipendio da cinque mesi e le mancate certezze emerse da un incontro con l'ente che si è tenuto la scorsa settimana. Il Consorzio di bonifica vanterebbe crediti dalla Regione, non ancora ottenuti, dunque avrebbe difficoltà a pagare gli stipendi. La protesta andrà avanti fino a quando non ci saranno certezze sul pagamento delle mensilità. Sul posto sono presenti i vigili del fuoco e le forze dell'ordine.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio