Pesca della sardella, la campagna sperimentale parte da Corigliano Rossano

VIDEO | Dal porto jonico salpato il primo peschereccio e nei prossimi giorni saranno coinvolti tanti altri centri costieri della Calabria ionica e tirrenica. Tra gli obiettivi del progetto c'è il contrasto alla pesca illegale

 

di Matteo Lauria
12 febbraio 2021
16:00

È partita in Calabria la campagna sperimentale di pesca con la sciabica della sardella. Un progetto, promosso dalla Regione ed approvato dal Mipaf. Le attività programmate prenderanno il via gradualmente in questi giorni, come già a Corigliano-Rossano, anche nei porti di Cariati, Cirò Marina, Catanzaro, Soverato, Roccella Jonica. Dalla settimana prossima saranno interessati anche quelli di Reggio Calabria, Gioia Tauro, Vibo Valentia, Amantea, San Lucido, Cetraro. Il progetto prevede due distinte proposte di piano di gestione, finanziato con fondi Feamp 2014/2020, relative l’una alla Gsa 10 (sub-area geografica Tirreno meridionale) e l’altra alla Gsa 19 (sub area Ionio occidentale).

Il pescato sarà devoluto ad associazioni benefiche 

Il primo peschereccio a prendere il largo è salpato dalle banchine del porto di Corigliano-Rossano. Presenti sul posto l’assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Gianluca Gallo, il direttore generale del Dipartimento Agricoltura, Giacomo Giovinazzo, e il presidente del Gal “Borghi Marinari dello Jonio”, Cataldo Minò. «È partita la fase sperimentale a fini di studio, allo scopo di acquisire quei dati che contiamo possano condurre, nel giro di un anno, a consentire la pesca della sardella anche a fini commerciali, nel dovuto rispetto del necessario equilibrio tra la tutela dell’ecosistema marino e le esigenze economiche di una terra che proprio nella pesca ripone grandi aspettative in termini di crescita e sviluppo, tenendo così viva una tradizione storica che va preservata». La campagna sperimentale punterà a verificare tempi, luoghi e modalità di pesca, soprattutto in ordine alla composizione del pescato e della struttura demografica dei giovanili di sardina, protraendosi fino a Marzo, in concomitanza con quello che era il periodo di pesca della sardella. L’intero pescato della fase sperimentale sarà devoluto ad associazioni benefiche, come avvenuto per la sardella pescata nello Ionio sibarita, già consegnata all’istituto “Sacro Cuore” di Corigliano-Rossano.


Il contrasto alla pesca illegale 

Il vice sindaco di Corigliano-Rossano, con delega anche alle attività produttive, Claudio Malavolta, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa intrapresa rispetto a una categoria che attende da sempre risposte dalla comunità europea la cui legislazione interviene rigidamente sulle modalità e sui criteri della pesca del novellame nel rispetto dell’equilibrio della fauna marina. Quella stessa marineria che spesso, però, è sottoposta a multe, anche salate, per via della pratica illegale in materia commercio ambulante. «Dopo questa fase di verifica e di attenta osservazione dei dati- conclude Malavolta- sarà possibile avere un quadro più chiaro e, successivamente,  determinarsi».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top