Gioia Tauro, al via gli investimenti Msc per il rilancio del Porto

VIDEO | Finalmente operative le risorse del nuovo terminalista che migliora il parco mezzi con l'arrivo di otto carrelli di ultima generazione. Ma non è la sola novità 

253
di Agostino Pantano
17 giugno 2019
13:51

Cominciano a vedersi i primi frutti del cambio alla guida del terminal container di Gioia Tauro, e dopo un decennio la voce “investimenti effettuati” non è più a saldo zero.

Sono arrivati i primi 8 nuovi carrelli che Til-Msc, il colosso subentrato a Contship nella proprietà di Medcenter, ha trasferito – ancora “impacchettati” – dal porto di Anversa attraverso un viaggio in nave concluso ieri e durato 8 giorni. Per migliorare il parco mezzi di banchina, a breve salirà a 40 il numero degli straddel carrier di ultima generazione impiegati, mentre tra la fine dell’estate e l’autunno è in calendario la sistemazione di nuove gru.

Un “giorno storico”, così il commissario Agostinelli ha definito l’attracco di ieri della Happy Ranger, perché la mancanza di investimenti era stata all’origine delle divergenti vedute strategiche tra i vecchi soci che, nei mesi scorsi, hanno perfezionato la vendita delle quote. Il commissario, che ha voluto assistere all’ormeggio in prima persona, ha inoltre tranquillizzato il sindacato Sul, che nei giorni scorsi aveva chiesto al terminalista un impegno diretto per il rifacimento dei piazzali che da anni presentano imperfezioni spesso origine di incidenti. «Nel prossimo biennio – ha detto – la nuova Mct investirà 130milioni di euro».   

 

  

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio