Posta e bollette in ritardo, Magorno chiede lumi al ministro Di Maio

Disagi per le utenze a Diamante, Maierà e Buonvicino. Il senatore ribadisce: «Disservizi provocano costi aggiuntivi per i cittadini»

18
di Redazione
6 agosto 2019
18:48
Poste
Poste

Il senatore e sindaco di Diamante  Ernesto Magorno ha presentato una interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio sui gravi disagi che si stanno registrando per gli utenti di Poste Italiane di Diamante, Maierà e Buonvicino. L’interrogazione va a rafforzare la battaglia che in tal senso è condotta dal consigliere comunale con delega al Welfare,  Ornella Perrone, che ha pubblicamente denunciato i disagi degli utenti e chiesto risposte in tal senso a Poste Italiane.

 

 

Questo il testo dell’interrogazione del senatore. Magorno:

Interrogazione a risposta orale in commissione

 

«Premesso che:

si registrano da tempo ingiustificati e inammissibili disservizi da parte di Poste Italiane a danno delle comunità di Diamante, Maierà e Buonvicino;

in particolare si segnalano ritardi nello smistamento e nel recapito della corrispondenza che si traduce in difficoltà per cittadini e attività economiche con scadenze non rispettate, mancate comunicazioni in tempo utile, oneri che si scaricano appunto sull’utenza in palese violazione degli obblighi derivanti dal contratto di servizio;

si segnala infatti che per i tre comuni citati in premessa, vi è solo un operatore dedicato al recapito della corrispondenza;

spesso si verifica che bollette per utenze domestiche arrivino a destinazione già scadute e che gli oneri aggiuntivi gravino sui cittadini che ovviamente non possono ritenersi responsabili per un oggettivo mancato recapito per tempo;

considerato che:

le difficoltà si accentuano in particolare in questo periodo dell’anno con l’arrivo dei turisti;

Poste Italiane, in quanto erogatrice di un servizio pubblico avrebbe l'onere della puntualità nello svolgimento del servizio preposto nei confronti dell'intero territorio nazionale;

tutto ciò premesso e considerato si chiede di sapere:

se il Governo risulti essere a conoscenza dei disservizi segnalati in premessa e quali iniziative intenda conseguentemente porre in essere nei confronti di Poste Italiane, la quale, per quanto sia una società per azioni è anche sottoscrittrice di un contratto di servizio da  ottemperare pedissequamente, anche per la comunità di Diamante e per i comuni limitrofi, a partire dal potenziamento del servizio di smistamento e di recapito della corrispondenza, onde evitare sistematici e penalizzanti ritardi che determinano un costo aggiuntivo insostenibile per i cittadini oltre che ad un inaccettabile disservizio».

 

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio