Lavori lenti sul Ponte Allaro e Statale 106 precaria, i sindaci sul piede di guerra

Indette due manifestazioni a Caulonia e Locri per il diritto alla viabilità. Gli amministratori locali: «Ci offende come cittadini e come rappresentanti dello Stato»

9
di Ilario  Balì
9 aprile 2018
17:03

Il Comitato dei Sindaci della Locride ha deciso di indire due giornate di presidio democratico, che avranno luogo il 14 e il 21 aprile prossimi, rispettivamente nei comuni di Caulonia e di Locri per il diritto alla mobilità. «Lo stato di precarietà in cui versa la strada statale 106 – afferma il presidente Rosario Rocca - rappresenta, in maniera evidente, l’atavica condizione di mortificazione a cui sono stati ridotti il nostro territorio e la nostra gente. Questo ci offende e ci umilia come cittadini e, soprattutto, in qualità di rappresentanti dello Stato».

 

In modo particolare gli amministratori della ionica sottolineano «Un’eccessiva e inaccettabile lentezza nell’esecuzione dei lavori sul Ponte Allaro», dove lo stato di disagio a cui sono costretti pendolari e lavoratori sembra destinato a doversi protrarre secondo tempistiche non del tutto definite. Inoltre, relativamente al completamento del tratto di collegamento tra i comuni di Locri e Ardore, non vi è, ad oggi, la dovuta chiarezza – in più sedi e occasioni richiesta – né rispetto allo stato attuale della progettazione, né in relazione alle tempistiche che si vorranno attuare per la ripresa dei lavori.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio