Dal Vibonese

Raccolta di cipolla a rischio, la Lega: «Non si trova manodopera, molti non vogliono rinunciare al reddito di cittadinanza»

Il commissario regionale Saccomanno: «I piccoli produttori dell’area di Tropea in grande difficoltà. Viene offerto soprattutto lavoro in nero»

416
di Redazione
14 giugno 2022
13:35
Una treccia di cipolle di Tropea
Una treccia di cipolle di Tropea

I piccoli produttori dell’area di Tropea non trovano la manodopera per la coltivazione e raccolta della cipolla. Il grido d’allarme a primavera era stato lanciato anche attraverso il nostro network. In quella circostanza avevamo ascoltato la posizione di un piccolo imprenditore attivo nel Briaticese che aveva denunciato la difficoltà nel reperire lavoratori da impiegare nei terreni anche per via del reddito di cittadinanza. Oggi, la stagione dei raccolti alle porte, un nuovo quadro desolante viene tratteggiato dall’intervento di Giacomo Francesco Saccomanno, commissario regionale della Lega.

«Il prodotto, dopo la coltivazione, è pronto per essere raccolto, ma denunciano diversi agricoltori che non vi è manodopera disponibile. Vi sono offerte in “nero”, tuttavia – spiega Saccomanno - questi non intendono contravvenire alla legge e, quindi, stanno perdendo il prodotto. Situazione gravissima che, comunque, colpisce anche altri settori come gli stagionali e, comunque, tutte quelle attività e produzioni che hanno necessità di manodopera in questa stagione estiva». «Affermano gli imprenditori che molti lavoratori, titolari del reddito di cittadinanza, non intendono prestare la loro attività per non perdere il beneficio e, quindi, allo stato, vi è una situazione difficile e di pesante disagio. Gli stessi- rimarca il leghista- lanciano un appello a tutti coloro che vogliono lavorare di attivarsi e mettersi in contatto con i produttori dell’area».   


 

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top