Riapri Calabria, Bevacqua (Pd): «Un flop. Decine di imprese non sono riuscite ad accedere»

Il consigliere regionale non ha dubbi: «Impedire l’accesso ad almeno 15mila domande vuol dire una cosa sola: fallimento della misura»

8
di Redazione
25 novembre 2020
21:15
Il consigliere Bevacqua
Il consigliere Bevacqua

Un flop. Il consigliere regionale Mimmo Bevacqua bolla così il click day, il procedimento di invio domande per accedere agli aiuti previsti dalla seconda edizione della misura Riapri Calabria: «Ancora una volta questa maggioranza di centrodestra dimostra tutti i suoi limiti e la sua incapacità di mettere in campo iniziative efficaci. Quanto è successo oggi, con il click day del “Riapri Calabria 2” – aggiunge l’esponente dem - è l’ennesima dimostrazione di una approssimazione che lascia senza parole. I trionfalismi degli annunci della Giunta, si sono sgonfiati in poche ore, davanti alla realtà di diecine di microimprese e professionisti che non sono riusciti ad accedere a causa del blocco della piattaforma telematica».

 


Eppure «pare proprio che la disastrosa esperienza del “Riapri Calabria 1” non abbia insegnato nulla: si continua con questi contributi a sportello, non tenendo neppure conto del fatto che la copertura di rete sul territorio calabrese manca della necessaria omogeneità. Anche stavolta, diecine di milioni di euro resteranno non distribuiti».

 

Per Bevacqua: «Impedire l’accesso ad almeno 15mila domande vuol dire una cosa sola: fallimento della misura. Non c’era alcun bisogno di far impelagare gli imprenditori calabresi in questa pazza corsa a chi arriva prima. Il risultato è che moltissimi non sono neanche riusciti a partire».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top