Il ritorno

Sveste la toga per dedicarsi ai vini calabresi: la storia di Antonella

VIDEO | Lascia Milano e la professione di avvocato per dedicarsi a coltivare e curare le sue vigne nella sua Bianco secondo la tradizione 

di Saverio Caracciolo
1 agosto 2021
17:16

Antonella Lombardo è un avvocato che ha vissuto tanti anni a Milano. Ma l’amore per la sua Calabria è stato talmente forte da spingerla, nel 2018, a pensare al rientro. Oggi è un’imprenditrice vignaiola nella sua Bianco, in provincia di Reggio Calabria.

Il territorio della Locride è particolarmente noto per il passito “Greco”, che porta proprio il nome di Bianco; un vino da dessert di denominazione di origine controllata. Quindi, Antonella non è partita svantaggiata, ma si è comunque circondata di esperti e tecnici del settore per avviare, e realizzare, il suo sogno: portare a regime una produzione considerevole di vini, di cui ben due bianchi.


Antonella ama ripetere: «Senza curiosità non si può arrivare da nessuna parte, perché la curiosità spinge a conoscere e soprattutto a apprendere i segreti dei territori». Una filosofia di vita che l’ha portata, nel 2020, a ottenere il prestigioso premio di “Viticoltrice dell’anno” nella guida Vini d’Italia del Gambero Rosso.

Ma come trascorre le sue giornate? Ovviamente, coltivando e curando le sue vigne secondo la tradizione calabrese, in particolare della sua zona, ma innovando: infatti, a prescindere di quello più noto, ha sperimentato la “costruzione” di un passito secco, senza residuo zuccherino, perfezionando anche il “mantonico” che tradizionalmente viene vinificato passito ma che lei ha realizzato sia nella versione classica sia in quella secca, coniugando appunto tradizione e innovazione.
L’obiettivo della sua azienda? Rispecchiare il territorio, ma portarlo fuori regione per far conoscere la Calabria nel mondo.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top