Vertenza Osas Campoverde a Castrovillari, c'è accordo con l'azienda

Dopo la manifestazione davanti ai cancelli della cooperativa agricola l'azienda ha ricevuto al delegazione sindacale impegnandosi a concordare un principio di equa distribuzione delle giornate

4
di Vincenzo Alvaro
10 agosto 2020
14:55
Il tavolo del confronto tra sindacati e azienda
Il tavolo del confronto tra sindacati e azienda

C'è un verbale di accordo tra le parti alle fine della giornata di mobilitazione indetta da Confial per difendere il principio di equa distribuzione delle giornata lavorative per gli operai stagionali impiegati nella coopertiva agricola Osas Campoverde.

Al termine della mattinata di sciopero davanti ai cancelli dell'azienda agricola i rappresentanti del gruppo imprenditoriale, Luigi Nola (presidente) ed il coordinatore commerciale Vincenzo Marini, hanno ricevuto la delegazione sindacale composta da Benedetto Di Iacovo (segretario generale nazionale Confial), il segretario provinciale, Gabriele Iazzolino, e Petrillo Rosetta (Rsa) per discutere della richiesta dell'adeguamento delle giornate per le maestranze della fascia riferita alle 101 giornate lavorative.

La cooperativa «nel concordare sul principio di equa redistribuzione delle giornate totali nella categoria di fasce 101» di impegnarsi nel corso dell'anno «di portare tutte le maestranze allo stesso numero di giornate della fascia 101 fermo restando i volumi di lavoro» ha dato appuntamento alle parti sindacali al 21 settembre prossimo per la programmazione della campagna invernale. Un risultato che in attesa dell'accordo vero e proprio di settembre lascia i rappresentanti sindacali «moderatamente soddisfatti». Il segretario generale Confial, Benedetto Di Iacovo, ha dato all'azienda di aver palesato la «disponibilità a trovare soluzioni adeguate per far sì che il carico delle giornate lavorative venga equamente redistribuito tra tutte le lavoratrici e lavoratori nell’arco dell’anno e sino a tutto il 31 dicembre 2020».

Nonostante la crisi del settore, aggravata dalla pandemia, l'Osas Campoverde - ha aggiunto Di Iacovo - «resta una delle eccellenze produttive della Calabria con una proprietà e un management avveduto e relazionale. In bene da preservare, capace di produrre ricchezza e lavoro per il nostro territorio.

Questa apertura e la disponibilità a discutere con tutte le OO.SS. del futuro dell’azienda, a cominciare dalla programmazione della prossima campagna invernale delle attività è un dato importante e significativo che, ove compreso anche dagli altri partners sindacali non mancherà di migliorare le performance produttive dell’azienda e aumentare il numero delle giornate complessive».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio