Lavoratori Cup Cosenza, tra ricorsi e controricorsi i dipendenti restano ancora a casa

VIDEO | Disattesa la sentenza del Consiglio di Stato, mentre l'Azienda Aspedaliera ha presentato una nuova impugnativa. Presidio dei dipendenti della cooperativa Seatt davanti gli uffici della Direzione generale

97
di Salvatore Bruno
18 febbraio 2020
10:41

Prosegue a colpi di ricorsi e carte bollate la vertenza tra la Seatt e l'Azienda Ospedaliera di Cosenza. La Cooperativa, dopo il favorevole pronunciamento del Consiglio di Stato, avrebbe dovuto riprendere le attività di front office agli sportelli del Cup, del pagamento del ticket e di consegna referti, oltre a quelli di supporto al personale interno di alcuni uffici.

La palla torna al Tar

Il dispositivo emesso dall'organo d'appello della giustizia amministrativa, infatti, ha rimandato al provvedimento cautelare del novembre 2019 assunto dal presidente del Tar di Catanzaro, per effetto del quale, era stata sospesa l'efficacia della scadenza contrattuale tra l'Ente e la Cooperativa stessa, in attesa della decisione di merito. In altre parole, la palla è tornata al giudice di primo grado affinché si pronunci nuovamente in sede cautelare.

Presidio pacifico davanti la Direzione Generale

Nel frattempo gli impiegati sarebbero dovuti tornare al proprio posto. Invece l'Azienda Ospedaliera li ha diffidati dal farlo, proponendo a sua volta una impugnativa davanti ai magistrati amministrativi mentre questa mattina la manager, Giuseppina Panizzoli, ha negato udienza ad una rappresentanza dei lavoratori che hanno poi improvvisato un presidio pacifico all'ingresso della Direzione Generale. Abbiamo sentito una portavoce dei dipendenti, Anna Notaro:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio