Accoltellamenti a Londra e in Belgio, 5 feriti. La polizia: «È terrorismo»

Due episodi simili: uno a Gand dove una donna ha attaccato due passanti mentre nella capitale britannica l’assalitore ha aggredito tre persone con un machete prima di essere ucciso dagli agenti

11
3 febbraio 2020
10:02

Europa nel mirino degli attentatori in una domenica decisamente difficile. Due distinti accoltellamenti si sono verificati a Londra e in Belgio.

Scotland Yard: «Atto di terrorismo»

Nella capitale britannica, un uomo, un 20enne armato, pare di un machete, ha assalito diverse persone nel quartiere di Streatham, prima di essere ucciso dalla polizia metropolitana. Scotland Yard indica l’episodio come «un atto di terrorismo legato al radicalismo islamico».

 

L'assalitore, Sudesh Amman, era da poco uscito di prigione, dove si trovava per reati legati al terrorismo ed era «sotto sorveglianza attiva» della polizia.

 

L'uomo, ucciso dal fuoco di agenti di polizia, indossava un gilet sospetto - come a voler minacciare un attentato suicida – che si è rivelato una falsa minaccia, senza potenziale esplosivo.

L'attacco

Le due vittime più gravi sarebbero state attaccate all’interno di una farmacia, la terza persona per strada fra cui una donna. La polizia ha ufficializzato che l'aggressore è stato dichiarato morto sulla scena attorno alle 14 locali, le 15 in Italia.

 

Non è chiaro se l'uomo abbia improvvisato l'aggressione quando ha capito che stava per essere fermato o se gli agenti siano entrati in azione dopo il repentino accoltellamento da parte dell'uomo.

Gand, autrice una donna di pelle scura

A Gand, nel nord del Belgio, l’assalitore ha attaccato due persone con un coltello. La polizia gli ha sparato per fermarlo. Lo riferiscono media locali. L'autrice dell'attacco, una donna descritta come «di pelle scura», è stata colpita alla mano dalla polizia che ha aperto il fuoco per fermarla. Le vittime sono state trasferite in ospedale, ma non sono in pericolo di vita. Una di loro sarebbe stata colpita allo stomaco.

Terrore a Londra

A differenza di altri attacchi analoghi recenti, l'ultimo da parte di un militante jihadista vicino a London Bridge a fine 2019, questa volta l'episodio è avvenuto in un'area periferica della città, ma comunque affollata. Per l'esattezza nella principale strada dei negozi del quartiere, lungo Streatham High Street.

 

Intanto su Twitter circolano decine di video postati da testimoni che hanno assistito all'attacco con coltello a Streatham, nella parte sud di Londra. Nei video si vedono persone a terra, assistite da altri passanti, e la polizia che apre il fuoco contro l'autore dell'attacco. Nella zona si vede un grande dispiegamento di mezzi della polizia e ambulanze.

«I terroristi cercano di dividerci»

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha reagito via Twitter all'attacco compiuto oggi a sud di Londra, ringraziando la polizia per la tempestività dell'intervento e sottolineando come le indagini al momento puntino alla pista del terrorismo. Johnson ha assicurato che i suoi «pensieri» sono con le vittime, le loro famiglie e la cittadinanza.

 

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha ringraziato a sua volta la polizia e i servizi di soccorso, mentre ha puntato l'indice contro i terroristi che «cercano di dividerci» e di cambiare «il nostro modo di vivere». «Non ci riusciranno mai», ha chiosato Khan.

 

Momenti di terrore a Londra, il video:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio