Bestemmie in pubblico, multa salata per chi offende qualsiasi “credo”

Lo stabilisce il nuovo regolamento di polizia urbana adottato dal comune di Saonara, un piccolo centro in provincia di Padova, che sanziona il turpiloquio con un’ammenda di 400 euro

3
di Redazione
26 luglio 2019
18:14

Se vi dovesse capitare di passeggiare in quel di Saonara, un piccolo centro urbano in provincia di Padova, state ben attenti: se si viene sorpresi a bestemmiare «contro le divinità di qualsiasi credo o religione» in un luogo pubblico potreste correre il rischio di essere multati di 400 euro.

Lo stabilisce il nuovo regolamento di polizia urbana adottato dal piccolo comune nel Padovano. L’amministrazione, guidata dal sindaco Walter Stefan, definisce nel testo le bestemmie in pubblico come «atti contrari alla pubblica decenza e alla sensibilità di persone terze presenti».

Rispetto per qualsiasi divinità

«Al di là degli aspetti religiosi - afferma il primo cittadino - è un fatto culturale e riguarda ogni divinità. Vale per Allah, Buddha o Maometto. È necessaria un'educazione di base che ormai manca da troppo tempo. Qua in Veneto è considerato un intercalare ma il nostro è un tentativo di arginare un malcostume che, soprattutto tra gli under 18, è diffusissimo».
I cittadini verranno informati sulle sanzioni con un volantino stampato in quattro lingue, italiano, inglese, romeno e cinese.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio