La genialata

Capostazione in malattia da un anno e mezzo ma viveva alle Canarie e gestiva un b&b

Protagonista una dipendente della Agenzia del trasporto autoferrotranviario in servizio a Roma “sgamata” per colpa dei post sui social

di Redazione
10 settembre 2021
12:38
Immagine di repertorio da pexels, foto Miro alt
Immagine di repertorio da pexels, foto Miro alt

Continuava a spedire a valanga certificati di malattia ma alle Canarie aveva addirittura aperto un b&b che ha continuato a gestire per mesi. Protagonista di questa genialata, una 50enne in servizio all’Atac (agenzia di trasporti autoferrotranviario attiva a Roma) con la mansione di capostazione. Il piano è andato avanti un anno e mezzo quando. Ad un certo punto, l’azienda ha iniziato a nutrire perplessità. Così. partendo dalle immagini postate su Facebook, la Direzione del Personale ha avviato un'indagine interna.

È stata sollecitato anche l'Inps ed è emerso – stando a quanto riportato dalle pagine de “Il Messaggero” che sia alla municipalizzata che all'ente di previdenza non erano mai stati consegnati certificati medici originali, ma solo copie. Prima è partita l'azione disciplinare per «atti non conformi» poi alla donna è stato contestato anche il doppio lavoro, per via del B&B, espressamente vietato dal regolamento aziendale. La capostazione è già stata sospesa tuttavia il procedimento è ancora aperto. Con ogni probabilità terminerà con un licenziamento.


 

 

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top