Coronavirus, il ministero: «Obbligo di quarantena per chi torna dalla Cina»

L’ordinanza è stata firmata a seguito della conferma dei sei casi in Lombardia. Il sindaco di Codogno chiude scuole, bar e locali pubblici

9
di Redazione
21 febbraio 2020
15:36

Il ministero della Salute con un’ordinanza firmata oggi in seguito ai sei casi confermati di contagio da coronavirus in Lombardia dispone l'obbligo di quarantena «fiduciaria» domiciliare per chi torna da un viaggio in Cina negli ultimi 14 giorni e «sorveglianza attiva» per chi è stato nelle aree a rischio, cioè nel paese asiatico così come indicato dall'Organizzazione mondiale della Sanità, con obbligo di segnalazione alle autorità sanitarie locali al proprio rientro in Italia.

 

Il sindaco di Codogno chiude scuole, bar e locali pubblici

Il sindaco di Codogno, con due diverse ordinanze, ha disposto per il pomeriggio di oggi e per la giornata di domani la chiusura delle scuole e, «almeno fino a domenica», di tutti «gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, di pubblico intrattenimento ed i luoghi di ritrovo ed assembramento del pubblico» come discoteche, sale da ballo, sale giochi e impianti sportivi.

La misura, ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Severino Giovannini, è stata presa in via precauzionale.

 

LEGGI ANCHE:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio