Covid, ecco le 5 categorie che riceveranno il vaccino dopo over 80 e docenti

È quanto prevede la bozza aggiornata del nuovo piano elaborato dal governo. In corso la riunione della Conferenza delle Regioni, mentre nel primo pomeriggio è previsto l'incontro con i ministri Gelmini e Speranza

14
di Redazione
11 marzo 2021
10:57
Foto d’archivio
Foto d’archivio

Agli over 80 e alle altre categorie prioritarie, come il personale scolastico e le forze dell'ordine, se ne aggiungono altre cinque, individuate per età e patologie e che riceveranno il vaccino anti Covid prima degli altri. È quanto prevede la bozza aggiornata del Piano vaccini del ministero della Salute, Commissario straordinario, Iss, Agenas e Aifa che oggi andrà in Conferenza Unificata.

Ecco di quali categorie si tratta: persone con elevata fragilità (estremamente vulnerabili; con disabilità grave); persone tra 70 e 79 anni; persone tra i 60 e i 69 anni; persone con comorbidità sotto i 60 anni, senza la gravità riportata per le persone estremamente vulnerabili; persone sotto i 60 anni.


Procedere insieme a fase 1 e vaccinare in posti di lavoro

«Tenendo conto delle priorità definite, delle indicazioni relative all' utilizzo dei vaccini disponibili e delle esigenze logistico-organizzative, potrà quindi procedere in parallelo il completamento della vaccinazione delle categorie ricomprese nella fase 1, promuovendo la vaccinazione nei soggetti che non hanno ancora aderito alla campagna», tra cui gli operatori sanitari e socio sanitari, il personale scolastico e le forze dell'ordine che non hanno ancora completato la vaccinazione. Lo prevede la bozza del Piano vaccini.

«Qualora le dosi di vaccino disponibili lo permettano» sarà possibile «vaccinare all'interno dei posti di lavoro, a prescindere dall'età, fatto salvo che la vaccinazione venga realizzata in sede, da parte di sanitari ivi disponibili, al fine di realizzare un notevole guadagno in termini di tempestività, efficacia e livello di adesione».

In corso la Conferenza delle Regioni

Intanto è iniziata la riunione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome convocata per discutere del nuovo piano vaccinale elaborato dal governo e delle nuove misure per l'emergenza Covid-19 in arrivo. Sono collegati, tra gli altri, Donato Toma (Molise), Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia), Nino Spirlì (Calabria), Giovanni Toti (Liguria), Nello Musumeci (Sicilia), Donatella Tesei (Umbria), Erik Lavevaz (Valle d'Aosta), Arno Kompatscher (Alto Adige), Marco Marsilio (Abruzzo), Luca Zaia (Veneto). Altre Regioni sono rappresentate a livello di assessori, secondo quanto riferito.

Dalle 14.30 è prevista invece la Conferenza unificata con i ministri Mariastella Gelmini (Affari regionali) e Roberto Speranza (Salute) e i rappresentanti dei Comuni (Anci) e della Province (Upi). Vi prenderanno parte anche il commissario all'emergenza Francesco Figliuolo e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top