Covid, in Italia oggi oltre 20mila casi. Altre tre regioni in arancione e due in rosso

Cambio di colore per Piemonte, Lombardia, Marche, Basilicata e Molise. Queste ultime da lunedì entrano nella massima fascia di rischio

89
di Redazione
26 febbraio 2021
19:38

Sono 20.499 i contagi da coronavirus in Italia oggi, secondo il bollettino della Protezione Civile pubblicato dal ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 253 morti, un dato che porta a 97.227 il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia di Covid-19. I tamponi effettuati sono stati 325.404, con un indice di positività che sale al 6,3%. Risalgono anche i ricoveri in terapia intensiva, dove attualmente ci sono 2.194 persone (+26). I guariti sono in totale 2.387.032 (+11.714), gli attualmente positivi 404.664 (+8.521).

L’indice Rt nazionale è stabile a 0.99. Tuttavia sono dieci le regioni che hanno superato la soglia dell’1: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Molise, Piemonte, provincia autonoma di Trento, Toscana, Umbria.


E a partire da lunedì è previsto un cambio di colore per diverse regioni. Piemonte, Lombardia e Marche vanno infatti verso l’arancione. Basilicata e Molise verso il rosso. La Liguria torna invece in giallo. Si attende l’ufficialità con le ordinanze che stanno per essere firmate dal ministro Speranza.

Non mancano le polemiche. Il governatore lombardo Attilio Fontana ha parlato di stillicidio: «Prendiamo atto della decisione – ha detto -, ma è arrivato il momento che i tecnici e gli scienziati studino e poi ci dicano in modo chiaro e definito come superare questo stillicidio settimanale attraverso regole stabili e sicure. Le informazioni scientifiche ormai ci sono».

Per quanto riguarda il Molise, è lo stesso presidente della Regione, Donato Toma, ad aver chiesto di entrare nella fascia di massimo rischio: «Il Governo ha accolto la mia istanza – ha scritto su Facebook -. È un momento delicato per il nostro territorio e chiedo al Governo, che gestisce la Sanità in Molise attraverso un Commissario nominato da Roma, di cambiare strategia e attivare tutte le misure necessarie. Da parte della Regione, per le residue competenze che ci rimangono, siamo a disposizione».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top