Uccisi dal papà, a Gessate l’ultimo saluto a Diego ed Elena

La mamma in una lettera fatta leggere alla fine della cerimonia: «Vi abbraccio e vi dico che andrá tutto bene»

70
di Redazione
4 luglio 2020
11:48
I funerali a Gessate, foto ansa
I funerali a Gessate, foto ansa

Hanno attraversato il campo sportivo di Gessate (Milano) accompagnati dalle parole di 'Un senso' di Vasco Rossi, e da un lungo applauso, i feretri bianchi di Elena e Diego. Nessun fiore sulle piccole bare (foto ansa); una maglia azzurra da calcio su quella del piccolo Diego, i dodicenni uccisi dal papà, Mario Bressi, che poi si è ucciso, mentre erano in vacanza in Valsassina.

I posti a sedere, distanziati nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Coronavirus, sono stati tutti occupati. "Ciao Diego" è lo striscione con la foto del dodicenne mentre gioca a calcio con la maglia rosso-bianca della Asf Cambiaghese appeso all'ingresso del campo sportivo, in cui si entra con mascherina, dopo aver misurato la temperatura e aver disinfettante le mani. Per Gessate, oggi, è lutto cittadino.
   

«Ciao nanetti, non riesco ancora a realizzare che non potrò più vedervi, abbracciarvi, sentire la vostra voce che chiama 'mamma'. Vi abbraccio e vi dico che andrá tutto bene, nonostante il male che vi è stato inferto». È un passaggio della lunga lettera dedicata ai due piccoli che mamma Daniela ha fatto leggere ad un'amica di famiglia al termine della cerimonia. «Sono stata fortunata ad essere la vostra mamma» e «chiedo a tutti di ricordarvi sorridendo non nelle lacrime, avrebbero preferito così».

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio