Green pass Covid, obbligo per treni e aerei tra le ipotesi al vaglio del Governo

La misura per i mezzi di trasporto a lunga percorrenza sarà valutata in occasione della riunione della cabina di regia prevista all'inizio della prossima settimana. Si pensa anche a consentire l'utilizzo del certificato solo dopo la seconda dose

16 luglio 2021
06:30

Estendere l'obbligo del green pass per l'accesso ai mezzi di trasporto a lunga percorrenza (come aerei o treni): è una delle ipotesi che, secondo fonti di Governo, sarà valutata in occasione della cabina di regia, prevista lunedì o martedì prossimi. La misura ricorda il “certificato verde” alla francese, con obbligo di vaccinazione per i viaggi a grande distanza, ma per il resto il “green pass Italia” dovrebbe essere meno restrittivo di quello di Emmanuel Macron.

Tra i provvedimenti ai quali pensa il governo su suggerimento dei tecnici c'è anche quello di riservare - almeno per alcune attività - l'utilizzo del green pass solo dopo aver fatto la seconda dose, in linea con l'Unione europea. Un utilizzo diffuso del pass - viene fatto osservare - eviterebbe il ricorso a misure più restrittive. Su questo fronte, avanza l'ipotesi di un maggior peso dell'Rt ospedaliero - 30% delle terapie intensive e 40% dei ricoveri ordinari - sui profili di rischio da assegnare alle regioni.


Sarà un tavolo tecnico all'inizio della prossima settimana, valutati i dati del contagio - oggi ancora in salita i casi, ma non le ospedalizzazioni - a dare l'orientamento alla successiva cabina di regia con il premier Mario Draghi. Probabile una stretta sugli stadi e come detto sui trasporti, treni a lunga percorrenza e voli in primis. L'idea è che il green pass serva per spettacoli, cinema, concerti, ma anche per palestre e piscine e in generale per tutte le concentrazioni di persone al chiuso e all'aperto. Le discoteche ancora attendono una data dall'esecutivo per la riapertura, forse si introdurrà un Qr code.

Attualmente il “certificato verde” viene richiesto per stadi, concerti e Rsa e si ottiene anche dopo la sola prima dose di vaccino. Resta poi aperta la questione della privacy con i dubbi del Garante e l'ipotesi di una norma di legge per estendere il pass. Secondo alcuni esperti con l'uso estensivo del green pass non servirebbero più le zone colorate e nuove chiusure, ma intanto a livello locale l'aumento dei contagi dovuto alla variante Delta provoca provvedimenti circoscritti.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top