Emergenza pandemia

L’Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi poveri, l’annuncio di Draghi

Per il premier «abbiamo fatto grandi progressi ma ci sono ancora grandi disuguaglianze» nella distribuzione dei sieri e su questo «bisogna essere pronti a essere più generosi»

125
di Redazione
23 settembre 2021
07:15

L'Italia donerà 45 milioni di dosi di vaccino anti-covid entro il 2021 ai Paesi poveri. Ad annunciarlo il premier Mario Draghi, intervenendo al 'Global Covid-19 Summit', nel contesto della settimana di alto livello dell'Assemblea generale dell'Onu. «Al Global Health Summit di Roma l'Italia si è impegnata a donare 15 milioni di dosi di vaccino entro la fine dell'anno, e oggi sono lieto di annunciare che siamo pronti a triplicare il nostro sforzo, donando altri 30 milioni di dosi entro la fine dell'anno» ai Paesi più poveri, nell'ambito del programma Cova, ha affermato il presidente del Consiglio.

«Due miliardi e mezzo di persone sono completamente vaccinate e quasi un miliardo di persone lo è parzialmente», ha detto ancora Draghi sottolineando che nella lotta al Covid «abbiamo fatto grandi progressi ma ci sono ancora grandi disuguaglianze» nella distribuzione dei vaccini e su questo «bisogna essere pronti a essere più generosi».


guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top