Il maltempo uccide una bimba di 3 anni, grave la sorella: albero caduto sulla tenda

La tragedia in un campeggio di Marina di Massa, in Toscana. Nord flagellato da pioggia, grandine e trombe d'aria. Un disperso nel Varesotto: trascinato via dal torrente. In Sicilia lo scirocco alimenta gli incendi

254
di Redazione
30 agosto 2020
10:45
La tenda della tragedia (foto La Nazione)
La tenda della tragedia (foto La Nazione)

È morta la bambina di 3 anni travolta con i familiari dalla caduta di un pioppo sulla tenda nel campeggio dove trascorreva le vacanze a Marina di Massa. Vani i tentativi di rianimarla sul posto da parte del 118. Trasportata in gravi condizioni in ospedale una sorella di 14 anni, mentre un'altra ragazza di 19 anni ha riportato lievi contusioni e non è stato necessario il ricovero. I genitori sono rimasti illesi. Secondo quanto si apprende erano in 5 nella tenda su cui si è abbattuto l'albero durante un temporale con vento forte. Sul posto sono intervenute le automediche del 118 da Massa e Querceta, un'ambulanza da Massa, carabinieri e vigili del Fuoco. È stato richiesto anche l'intervento dell'elisoccorso Pegaso ma non è potuto intervenire per il forte vento.

Nubifragi in Piemonte

Nubifragi, grandinate e forti raffiche di vento stanno interessando da stamani la zona pedemontana della provincia di Torino. Fra i centri abitati coinvolti ci sono Piossasco e Cumiana, verso il Pinerolese. Sul capoluogo si è abbattuto un temporale. Al Sestriere, in montagna, a circa 2.400 mt è caduta la neve.


Incendi in Sicilia

Senza sosta il lavoro delle squadre dei vigili del fuoco in Sicilia, nel trapanese e nel palermitano, secondo quanto si legge in un comunicato del Corpo. A Macari di San Vito lo Capo, in provincia di Trapani, il vento di scirocco alimenta dalla notte un vasto incendio di vegetazione.

Evacuato il villaggio turistico Baia Santa Margherita e alcune abitazioni. A Palermo prosegue il vasto incendio nella zona di Altofonte, dove nella notte sono state evacuate un centinaio di persone dalle proprie abitazioni minacciate da vicino dalle fiamme.

Dall'alba sono tornati in azione sui due incendi i Canadair della flotta del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco.

Grandine e trombe d'aria

Al Nord proseguono gli interventi dei vigili del fuoco in Veneto per danni da tromba d'aria e pioggia come alberi caduti e pericolanti, strutture divelte, smottamenti: a Vicenza raddoppiato il turno di servizio, inviate squadre e automezzi in supporto da Venezia, Treviso e Belluno; a Verona giunti rinforzi da Padova. Nelle ultime 24 ore tra Lombardia e Veneto oltre 1.000 interventi. Sono 250 le operazioni di soccorso svolte in Friuli Venezia Giulia dai comandi di Pordenone e Udine, con il supporto dei colleghi giunti da Trieste e Gorizia: tetti scoperchiati, frane e persone bloccate dall'acqua nelle proprie vetture hanno impegnato i vigili del fuoco per tutta la notte. A Massa Carrara nella mattinata una tromba d'aria ha interessato l'area costiera della provincia: in località Massa Marittima, un albero si è abbattuto su una tenda di un campeggio ferendo 2 bambini ed un adulto. Operazioni di soccorso in atto.

Casa di riposo scoperchiata a Milano

I pazienti di una casa di riposo di Milano trasferiti perché nella notte, a causa del vento e della pioggia, si è scoperchiato il tetto. I passeggeri di un treno bloccato sulla linea del Brennero evacuati in Trentino

Un disperso nel Varesotto

Ieri un uomo era stato travolto da un torrente in piena nel Varesotto. A dare l'allarme per il trentottenne è stato un amico che era con lui nella zona vicino al lago Delio, e che lo ha visto trascinare via nelle acque del torrente in piena. Le ricerche sono andate avanti fino a che le condizioni meteo lo hanno permesso. Poi, complice la pioggia battente, si sono dovute interrompere e riprenderanno oggi. Tempo permettendo. Nello Spezzino, invece, un 51enne è annegato nelle acque di Punta Bianca: si sarebbe tuffato con la fidanzata, nonostante il forte vento e le onde. Mentre la donna è riuscita a rientrare a riva l'uomo sarebbe stato risucchiato e rapidamente scomparso tra le onde. Episodio simile, ma non dovuto al maltempo, è accaduto a Villasimius, in Sardegna, dove un turista polacco di 39 anni è morto a causa di un malore dopo essersi tuffato in mare. Ed è stato trovato senza vita fra le montagne della Valle Vigezzo, in Piemonte, l'escursionista di 47 anni di cui non si avevano notizie da giovedì scorso.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio